Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Editoriale - Il ritorno della Critica?

criticaDi Alessandro Bottero. Mentre sui social si battibecca e ci si accapiglia - spesso senza nemmeno sapere perché o su COSA si discuta – altre cose accadono nel mondo del fumetto che passano ignorate. Già dicevamo della decisione del gruppo Espresso-Repubblica di bloccare la realizzazione di collaterali a fumetti per le testate del gruppo, cosa di per sé molto seria e grave per il mercato. Le reazioni a questa notizia sono state diciamo ….nulle? Fa più fico litigare su chi parli male di chi , che non riflettere sulla crisi di vendite del fumetto. I dati di vendita dei Dylan Dog scritti da Sclavi mostrano un NON incremento delle vendite, anzi, il trend di declino di Dylan Dog prosegue. Il trentennale poco è servito per invertire la tendenza e ho idea che i prossimi report sulle royalties faranno arrabbiare di nuovo autori storici del personaggio. A questo punto cosa ci si inventerà? Le celebrazioni per il TRENTUNESIMO anniversario?

Ma anche queste sono quisquilie, pinzillacchere come direbbe Totò, che sapeva tutto della vita.

La cosa davvero interessante è un’altra. Si tratta del ritorno degli apparati critici negli albi pubblicati in edicola. Non so se ricordate una ventina di anni fa la feroce polemica che prese il nome di Note Lobotomizzate. In pratica si decise che la nuova generazione di lettori di albi a fumetti (Panini, Play Press, e altri) si era fondamentalmente rotta i coglioni di note precise e puntuali che chiarissero rimandi e elementi di continuity all’interno delle storie. La tesi era che ai lettori giovani parlare di storie vecchie (o meglio “antiche”) non interessava. Li annoiava, li allontanava dal fumetto, perché gli faceva sentire di essere distanti dal personaggio. Quindi basta con i rimandi, basta con gli approfondimenti, basta con i testi e vai con notizie e annunci di film, gadget e novità epocali. Le cosiddette Note Lobotomizzate. Chiunque parlasse della necessità di un impianto critico a presentazione delle storie pubblicate era ritenuto un barboso rompipalle, che non era in sintonia con i ggggggiovani lettori.

Poi che è successo? I lettori (quelli che sono rimasti) sono cresciuti, sono diventati adulti e si è capito che dare informazioni non annoia, ma è un valore aggiunto. È un elemento tipico delle edizioni italiane e invece che negarlo andrebbe rivalutato e potenziato. Ecco che piano piano, prima con l’edizione di Blake e Mortimer e ora con quella di Thorgal e la nuovissima collana di Tin Tin, accanto alla singola storia è presente un corposo dossier informativo storico-critico che aggiunge ricchezza al prodotto.

Blake e Mortimer, Thorgal e Tin Tin (qui parlo dell’apparato critico nei volumi) sono (o sono state) tre delle migliori collane di allegati editoriali mai usciti in edicola. Conosco l’obiezione “Si tratta di storie lette e rilette e conosciute fino alla noia”, ma il punto non è questo. Il punto è che pensando a una NUOVA edizione si è ritenuto indispensabile affiancare alla storia dossier critici. Altro che Note Lobotomizzate.

Che è successo? Il pubblico è cresciuto.

Chi vent’anni fa aveva 15 anni ora ne ha 35/40 e ha il diritto – e il piacere – di essere informato. Leggere un fumetto è di per sé un’esperienza valida ed esteticamente gradevole, ma se a questa esperienza si aggiunge anche il piacere della conoscenza e dell’accrescimento di informazioni per cui alla fine della lettura del volume X conosco più cose di quante ne conoscessi all’inizio della lettura allora si raggiunge un obiettivo importante.

La critica è tornata. A quando si capirà che deve tornare anche per i fumetti di super eroi?

Certo, il problema a questo punto è un altro. La critica è importante, ma dove sono i critici? Vent’anni di ridicolizzazione della critica ha fatto sì che una nuova generazione di critici non sia nata. Al massimo abbiamo blogger o youtuber che esprimono opinioni, legittime certo, ma solo opinioni emozionali.

Il critico non è quello che dice “Lost Girl di Alan Moore è bello” e trova in Lost Girl eventuali riferimenti alle altre opere di Alan Moore Il critico è quello che trova in Lost Girl riferimenti a tutto quello che Alan Moore ha colto AL DI FUORI del fumetti. Il critico è colui che coglie e decifra i riferimenti culturali, storici, letterari, EXTRA fumetto in un fumetto e li rende visibili e comprensibili al lettore ingenuo.

Il vero critico non è quello che mette in relazione Neonomicon e Providence. Il vero critico è colui che coglie i riferimenti a Lovecraft a tutta la letteratura horror e psico-magica extrafumettistica su cui Moore ha basato la sua storia.

Ma forse chiedo troppo. In fondo sono solo un barbogio rompicoglioni.

 

Magazine

Intervista a Gino Udina

23-06-2017 Hits:432 Autori e Anteprime Redazione

    Di Giorgio Borroni Dare un’occhiata agli scaffali dei fumetti in edicola negli anni ’90 era davvero un’esperienza. Usciva di tutto e di più: si andava dai cloni dei personaggi bonelliani più in voga, si passava ad antologici che contenevano delle vere perle o nefandezze grafiche e si finiva con albi dal...

Leggi tutto

DAIAPOLON: piccola storia di un grande robot rivoluzionario

07-06-2017 Hits:11587 Cuore e Acciaio Redazione

  di Tiziano Caliendo. Esistono opere che entrano di prepotenza nel palinsesto immaginario della cultura pop, ottenendo un successo fulmineo e dirompente. Alcune di esse perché ricoprono un indiscutibile ruolo pionieristico in un determinato mercato, come il caso di UFO Robot Grendizer in Italia, altre perché è destino che la riforma e...

Leggi tutto

Cagliostro E-Press distribuito in esclusiva da Manicomix

02-06-2017 Hits:694 Autori e Anteprime Redazione

Comunicato dell'Editore L’Associazione Culturale Cagliostro E-Press è felice di comunicare la firma dell’ accordo di distribuzione in esclusiva stipulato con Manicomix.     Questa partnership ha l'obiettivo di rafforzare la presenza dei fumetti made in Cagliostro nelle fumetterie italiane, dando ulteriore slancio a quella che è la "mission" ultima dell’Associazione, ovvero dare massima visibilità...

Leggi tutto

Novegro 2017 Spring Edition - Festival del Fumetto

27-05-2017 Hits:1076 Reportage Redazione

di Leandro Amodio. Nelle giornate del 20 e 21 maggio, il Parco Esposizioni di Novegro, frazione del comune di Segrate (MI), ha ospitato il Festival del Fumetto Spring Edition 2017. Dinanzi alla biglietteria, la fila era interminabile (per fortuna avevo l'accredito stampa), e l'interno era gremito di gente di tutte...

Leggi tutto

Intervista a Pietro Gandolfi, autore di The Noise

25-05-2017 Hits:1229 Autori e Anteprime Redazione

A cura di Giorgio Borroni Nel fumetto italiano da edicola l’horror manca da un bel po’. E io intendo l’horror vero, quello crudo e crudele che ti prende subito alla carotide senza neanche annunciarsi. Insomma, non mi riferisco all’horror patinato, lontano dall’underground che sfocia nel fantasy o se la cava con...

Leggi tutto

Intervista a Paolo di Orazio, il pioniere dell’horror estremo in Italia

12-05-2017 Hits:1423 Autori e Anteprime Redazione

di Giorgio Borroni Da ragazzi li nascondevamo sotto il letto dai rastrellamenti, guardavamo con un occhio le loro pagine e con l’altro la porta della camera: questo per percepire ogni minimo movimento ed evitare di essere colti in flagrante mentre li sfogliavamo. No, non erano i banali giornalini porno, erano opere che...

Leggi tutto