Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

L'Editoriale. La questione degli allegati editoriali a fumetti

mmstoricaDi Alessandro Bottero

Se ricordate  tempo fa dissi che REPUBBLICA (non tutti i quotidiani, ma solo REPUBBLICA) sospendeva la realizzazione di allegati a fumetti.

In effetti l’ha sospesa e poi ha RIPRESO a farlo. Questo significa che io ho detto una bugia? No. e un noto addetto ai lavori farebbe bene a non ridere.

Rivediamo cosa dissi

Una fonte autorevole -  e non ho alcun dovere ne voglia di dirvi chi sia -  mi assicurò che Repubblica DOPO il pessimo risultato della Collezione Storica a colori di Martin Mystere aveva sospeso la realizzazione degli allegati a fumetti. 

E in effetti lo fece.

Perché lo fece?

Perché gli allegati che realizzava Repubblica, ossia  raccolte COLORATE di storie che nascevano in bianco e nero, costavano troppo. La colorazione incideva troppo sul costo di produzione, per il venduto di collezioni come DYLAN DOG (che ha venduto poco) e MARTIN MYSTERE (che è andato peggio. ZAGOR invece  ha un pubblico fedele e fatti due conti è convenuto RIPRENDERE la produzione dei volumi.

La collana Le Grandi Stori di Tex usa pagine GIA’ colorate, quindi non c’è un costo di colorazione. E CORTO MALTESE è già colorato in origine anche lei. Quindi adesso Repubblica presenta tre collane di ristampe di fumetti (Tex, Zagor, Corto Maltese) dove il costo di colorazione è azzerato o contenuto da un pubblico fedele e vasto

Invece la Gazzetta pubblica prodotti MARVEL e FRANCESI o Larry Yuma dal giornalino che sono già colorati, quindi i costi sono SEMPRE stati inferiori. Anche Orfani è già a colori. E la collana di albi a 32 pagine che presentava le storie a colori di Dylan Dog presentava appunto storie GIA’ colorate. La Gazzetta non ha speso un euro per colorarle. Infatti poi molto furbamente, le due successive collane, il nero della paura e i maestri sono state in bianco e nero, PROPRIO per non  aumentare troppo i costi.

Ecco perché la Gazzetta non ha MAI detto che sospendeva la produzione, e invece Repubblica si è presa una pausa.

Ora, capisco che se uno è agitato può anche affermare che io dica falsità. Può prendere un ragionamento, toglierlo dal contesto e stravolgerlo. Non lo scuso  ma lo capisco. Quello che trovo triste è che un noto addetto ai lavori gli dia corda.

Invece trovo del tutto  normale che degli individui del livello di un amministratore di comicus e altri due a me ignoti si divertano e seguano altri in questo modus operandi.

Dio li fa, e poi li accoppia.

Magazine

Moleskine 125 » Quella falsa differenza tra Fumetto e Graphic Novel

30-08-2019 Hits:647 Moleskine Conte di Cagliostro

Sottotitolo: Artibani e Recchioni avanti, dietro tutti quanti (Plazzi compreso) per piacere di Topolino. di Conte di Cagliostro Houston il fumettomondo ha un problema. Ci sono dei pazzi che vanno in giro spacciandosi per Francesco Artibani, Andrea Plazzi e Roberto Recchioni? O Artibani, Plazzi e Recchioni sono pazzi? Ricapitoliamo. Qualche giorno fa, il...

Leggi tutto

RECENSIONE CARTONATO DEADWOOD DICK "TRA IL TEXAS E L'INFERNO"

29-07-2019 Hits:1185 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    "Avete mai fatto caso che nella vita ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto in…alberare?” Ecco, quel qualcuno è Deadwood Dick. Mutuandola ed adattandola per i nostri scopi, la celeberrima frase pronunciata da un granitico Clint Eastwood in “Gran Torino” serve perfettamente a delineare il carattere del personaggio...

Leggi tutto

Moleskine 124 » Quando scappa un fumettosauro dallo zoo del fumettomondo

15-06-2019 Hits:868 Moleskine Conte di Cagliostro

di Conte di Cagliostro Interrompiamo il silenzio di questa disgraziata rubrica su questo disgraziatissimo sito, perchè pare che sia scappato il fumettosauro dallo zoo del fumettomondo. Per sgombrare subito il campo da qualsiasi possibile dubbio, durante la nostra assenza dal vergare queste righe siamo diventati grandissimi estimatori del famigerato Sauro Pennacchioli...

Leggi tutto

Il Duce, la storia di Mussolini che la Panini non vi farà mai leggere...

15-06-2019 Hits:1026 Off Topic Super User

...Fumetto d'Autore ve la presenta corredata da un imprescindibile apparato critico. Dopo avere scoperchiato il caso della storia dedicata a Mussolini misteriosamente omessa dalla Panini, in nome della stessa libertà con cui M.M. Lupoi si riempe i profili social tutti i giorni, potete scoprire da soli se era da censurare...

Leggi tutto

Rinaldo Traini, un ricordo tra luci e ombre

05-06-2019 Hits:1020 Autori e Anteprime Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Di sicuro per Rinaldo Traini, scomparso ieri, non assisteremo ad una beatificazione post mortem come è stato per Sergio Bonelli. Troppo divisiva la sua figura, e troppo ‘profondo’ l’impatto che ha avuto nella storia del fumetto italiano, profondo non nel senso positivo del termine, ma nel senso di...

Leggi tutto

L’Europa: grande assente dal fumetto italiano mainstream

29-05-2019 Hits:545 Critica d'Autore Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Alcuni giorni fa si sono svolte le elezioni europee. Mi ricordo che anni e anni fa, le prime volte che si votava per il Parlamento Europeo ci si rideva su. Non si capiva a cosa servisse. Poi progressivamente ci si è resi conto (chi VUOLE rendersene conto, ovvio)...

Leggi tutto

Casa Cagliostro a Lucca 2018: Chi, Cosa, Dove, Quando, Perché

25-10-2018 Hits:3888 Critica d'Autore Redazione

Di Alessandro Bottero Anche per il 2018 Lucca vedrà nei giorni di Lucca Comics & Games l’evento Casa Cagliostro, cinque giorni Autonomi & #EscLUSive nel centro della città. Chi Casa Cagliostro non fa parte di Lucca Comics. È uno spazio autonomo, indipendente, autogestito (termine che fa molto anni ’70 e che...

Leggi tutto