Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Affittopoli: non è il “nostro” Sergio Bonelli - UPDATE

texsfida

[22/02/2010] » Alla fine della notizia, l'intervento del Direttore di Fumetto d'Autore. È un palese caso di omonimia, ma non accettiamo lezioni di giornalismo da chi, come Roberto Reccchioni, ha infangato la memoria di Bruno Concina con false notizie.

Tutto è bene quel che finisce bene. La notizia è che non c’è notizia. Il Sergio Bonelli presente nell’elenco degli affittuari a prezzi ribassati del Pio Albergo Trivulzio, non è il “nostro” Sergio Bonelli, il primo editore italiano di fumetti. Si tratta di un omonimo. Questo Sergio Bonelli, affittuario di un appartamento della Baggina, sito in Via Alfieri 17 a Milano, è primario ospedaliero, e già aveva fatto capolino nella cronaca locale milanese nel 1992 per essere stato gambizzato da uno sconosciuto. Un episodio, che all’epoca fu raccontato dal Corriere della Sera e che poi scivolò nell’oblio e che ora è riemerso a far chiarezza su questo caso di omonimia. E di questo ritrovamento giornalistico ringraziamo Roberto Recchioni, però aggiungiamo che proprio da lui, noi di Fumetto d'Autore, non prendiamo lezioni di giornalismo sul controllo delle notizie e delle fonti.

Scrive Recchioni sul suo blog a proposito di questa faccenda: “sembra evidente, che i giornalisti non avessero tempo da perdere in sciocchezze come il controllare con cura le informazioni a loro disposizione. Del resto, è molto più comodo (e proficuo), sputtanare qualcuno di famoso”. La rockstar del fumetto italiano, sceneggiatore anche di Dylan Dog, spiega tra i commenti del post a chi si riferisce nella sua invettiva: “Era l TG de la 7. Comunque sia, le smentite su quotidiani (e su un sito di fumetti in particolare), sono state PENOSE”.

Il sito di fumetti a cui si riferisce Recchioni è Fumetto d’Autore, visto che siamo stati gli unici a rilanciare prima la notizia della presenza di Sergio Bonelli nell’elenco degli inquilini della Baggina, data dall’ANSA e da altre agenzie e a seguire anche da quotidiani titolati come La Stampa e altri. Il giorno dopo, siamo sempre stati gli unici a riportare la smentita dello stesso Bonelli e le dichiarazioni del suo legale. Abbiamo quindi svolto un'informazione corretta ed equilibrata.

Ma c’è di più. Fumetto d’Autore è anche l’unico sito che ha sbugiardato Roberto Recchioni, pescato a infangare la memoria del defunto sceneggiatore Bruno Concina. La rockstar del fumetto italiano, recentemente, ha raccontato diverse balle sul conto di Concina e della sua diatriba con Disney riferendo anche di un presunto accordo sottobanco tra lo stesso sceneggiatore veneziano e la multinazionale del Topo. Lo stesso Concina, però, aveva smentito l’accordo quando ancora era in vita. Ovviamente in quella occasione Recchioni non citò le fonti delle sue informazioni, né le controllò, visto che quando saltò fuori la verità sul conto di Bruno Concina - anche sul forum di Comicus - non solo non smentì, ma nemmeno si scusò pubblicamente per avere infangato la memoria di un defunto e illustre “collega” davanti alla palese dimostrazione di avere raccontato balle sul suo conto.

Quindi, grazie a Roberto Recchioni per avere aiutato a fare definitivamente luce sul caso di omonimia  riguardante l’editore più grande del fumetto italiano (sul libro paga del quale si trova anche la rockstar del fumetto), ma da Recchioni non prendiamo lezioni di giornalismo sulla fonte e il controllo delle notizie. Il rispetto per la memoria del grande Bruno Concina ce lo impedisce.

Infine ringraziamo Recchioni anche per l'attenzione che dimostra sempre verso Fumetto d'Autore, ma la prossima volta magari un link al nostro sito "penoso" lo può anche mettere. E' vero che non siamo un sito "porno-eversivo", ma magari a qualcuno possiamo anche piacere.

 

L'intervento del Direttore sulla querelle fonti-non fonti relative alla notizia circa la presenza di UN sergio bonelli nella lista degli affittuari degli immobili del Pio Albergo Trivulzio.

Ringrazio tutti coloro che seguono quotidianamente e con costanza il nostro sito, anche se poi non lo dicono. Parrebbe che Giorgio Messina, che si è occupato di seguire il caso "Trivulzio/Bonelli" si sia reso colpevole di un reato di lesa maestà, e addirittura di incoerenza rispetto a quanto scritto da me in un mio editoriale.

Per soddisfare la sete di sangue di alcuni che seguono questo sito, dovrei svergognare pubblicamente Messina, e magari cacciarlo dalla testata, accusandolo di essere astioso, rancoroso, bugiardo, mentitore, ed ovviamente anche "fascista" e rovina-carriere-dei-poveri-autori-che pubblicano-per-la-Cagliostro-E-Press. Forse (ma solo forse) questo placherebbe l’astio e il rancore che leggo in certi interventi totalmente "dinsinteressati".

Quello che voglio dire invece, ai miei piccoli lettori che tanto devotamente seguono tutti i giorni quello che scriviamo, è che non c’è nulla di cui rimproverare Giorgio Messina o Fumetto d’Autore.

Dalle FONTI in possesso di tutta la stampa l’unico dato era la presenza di un NOME, senza data di nascita, su un elenco. La cosa che è stata fatta è dare la notizia basata sulle FONTI primarie (la lista dei nomi degli affittuari degli immobili del Pio albergo Trivulzio, così come era disponibile al momento in cui è andata online la notizia. Quindi RISPETTO DELLE FONTI, CONTROLLO DELLE FONTI, e PUBBLICAZIONE DI UNA NOTIZIA.

Successivamente quando ALTRI DATI NON IN POSSESSO DEI MEZZI DI INFORMAZIONE AL MOMENTO DELLA PUBBLICAZIONE DELLA NOTIZIA sono emersi, è stata data SUBITO la smentita e l’informazione COMPLETA IN BASE ALLE FONTI SUCCESSIVAMENTE DISPONIBILI.

E la smentita è stata pubblicata negli stessi spazi, e con la stessa importanza e visibilità della notizia.

Signori, se vogliamo giocare a fare le pulci a qualcuno con noi cascate male. Ci siamo capiti?

Alessandro Bottero

Magazine

Moleskine 125 » Quella falsa differenza tra Fumetto e Graphic Novel

30-08-2019 Hits:709 Moleskine Conte di Cagliostro

Sottotitolo: Artibani e Recchioni avanti, dietro tutti quanti (Plazzi compreso) per piacere di Topolino. di Conte di Cagliostro Houston il fumettomondo ha un problema. Ci sono dei pazzi che vanno in giro spacciandosi per Francesco Artibani, Andrea Plazzi e Roberto Recchioni? O Artibani, Plazzi e Recchioni sono pazzi? Ricapitoliamo. Qualche giorno fa, il...

Leggi tutto

RECENSIONE CARTONATO DEADWOOD DICK "TRA IL TEXAS E L'INFERNO"

29-07-2019 Hits:1244 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    "Avete mai fatto caso che nella vita ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto in…alberare?” Ecco, quel qualcuno è Deadwood Dick. Mutuandola ed adattandola per i nostri scopi, la celeberrima frase pronunciata da un granitico Clint Eastwood in “Gran Torino” serve perfettamente a delineare il carattere del personaggio...

Leggi tutto

Moleskine 124 » Quando scappa un fumettosauro dallo zoo del fumettomondo

15-06-2019 Hits:917 Moleskine Conte di Cagliostro

di Conte di Cagliostro Interrompiamo il silenzio di questa disgraziata rubrica su questo disgraziatissimo sito, perchè pare che sia scappato il fumettosauro dallo zoo del fumettomondo. Per sgombrare subito il campo da qualsiasi possibile dubbio, durante la nostra assenza dal vergare queste righe siamo diventati grandissimi estimatori del famigerato Sauro Pennacchioli...

Leggi tutto

Il Duce, la storia di Mussolini che la Panini non vi farà mai leggere...

15-06-2019 Hits:1090 Off Topic Super User

...Fumetto d'Autore ve la presenta corredata da un imprescindibile apparato critico. Dopo avere scoperchiato il caso della storia dedicata a Mussolini misteriosamente omessa dalla Panini, in nome della stessa libertà con cui M.M. Lupoi si riempe i profili social tutti i giorni, potete scoprire da soli se era da censurare...

Leggi tutto

Rinaldo Traini, un ricordo tra luci e ombre

05-06-2019 Hits:1072 Autori e Anteprime Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Di sicuro per Rinaldo Traini, scomparso ieri, non assisteremo ad una beatificazione post mortem come è stato per Sergio Bonelli. Troppo divisiva la sua figura, e troppo ‘profondo’ l’impatto che ha avuto nella storia del fumetto italiano, profondo non nel senso positivo del termine, ma nel senso di...

Leggi tutto

L’Europa: grande assente dal fumetto italiano mainstream

29-05-2019 Hits:584 Critica d'Autore Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Alcuni giorni fa si sono svolte le elezioni europee. Mi ricordo che anni e anni fa, le prime volte che si votava per il Parlamento Europeo ci si rideva su. Non si capiva a cosa servisse. Poi progressivamente ci si è resi conto (chi VUOLE rendersene conto, ovvio)...

Leggi tutto

Casa Cagliostro a Lucca 2018: Chi, Cosa, Dove, Quando, Perché

25-10-2018 Hits:3924 Critica d'Autore Redazione

Di Alessandro Bottero Anche per il 2018 Lucca vedrà nei giorni di Lucca Comics & Games l’evento Casa Cagliostro, cinque giorni Autonomi & #EscLUSive nel centro della città. Chi Casa Cagliostro non fa parte di Lucca Comics. È uno spazio autonomo, indipendente, autogestito (termine che fa molto anni ’70 e che...

Leggi tutto