Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Intervistando Alessia Mainardi, ovvero il mondo del cosplay: tra passione ed ipocrisia

alessia mainardiSul palco di Cartoomics 2011 (16-18 marzo 2012), Alessia Mainardi presenta il suo libro autobiografico "Alessia in Cosplayland". Il ricavato della vendita del libro sarà interamente devoluto da Alessia a favore della ricerca sulle malattie genetiche, in particolare l'atassia di Friedreich.

Siamo ormai alla fine dell'anno, si è concluso anche l'anno fieristico 2011 rivolto agli appassionati di comics & cosplay, tracciamo allora un bilancio con Alessia per quanto riguarda il suo "Alessia in Cosplayland".

Ciao Alessia il 2011 è ormai alla fine e per te è stato un anno pieno di impegni e soddisfazioni. Vuoi ricordare ai nostri lettori cosa hai realizzato nel 2011 e come sei diventata una Scrittrice professionista?

Il 2011 per me è stato l'anno della svolta. Dal 2008, quindi nel 009, per finire a giugno 2010 ho pubblicato la mia trilogia fantasy sul mondo di 'Avelion' facendo uscire un titolo all'anno in autoproduzione e vendendolo e promuovendolo grazie al circuito fieristico che frequento da anni. Questo mi ha fatto ottenere un buon successo di pubblico e vendite, anche grazie alla visibilità offerta dal sito www.avelion.it che ho creato per supportare il mio lavoro. Così la casa editrice 'Mattioli 1885' mi ha messo sotto contratto e a giugno di quest'anno ha pubblicato e fatto uscire, distribuendolo in tutta Italia, il volume unico Avelion - La Trilogia" che il suo interno ospita i tre volumi originali, corretti e ampliati, un paio di illustrazioni e un finale inedito.

Passiamo ad "Alessia in Cosplayland" il libro è stato accolto in in pompa magna dal popolo del web, i siti hanno fatto a gara per intervistarti e presentare il progetto. Ti aspettavi tutto questo successo?

Sì e no. Sì, perchè essendo ormai da anni nell'ambiente che, di certo, non è enorme, ho varie conoscenze personali che ero certa avrebbero voluto darmi spazio come appunto è stato fatto. No, perchè comunque è la storia di vita di una persona non famosa, e per quanto differente e insolita, il fatto di non avere un nome immediatamente riconoscibile dalla massa, di solito equivale ad essere ignorati o quasi.

Dopo la presentazione e l'interesse del web c'è stato l'interesse anche di altri media tipo giornali televisioni radio?

L'unica che si è interessata è stata Radio Dimensione Musica che mi ha ospitato già duie volte all'interno del programma 'Cosplay On-AIR' di cui ringrazio gli ideatori e presentatori, sempre disponibili, attenti e competenti. Mentre per altri tipi di media temo valga il discorso che ho accennato prima: non sono così famosa da ispirare un interesse marcato.

Sinceramente ci aspettavamo di vederti in giro per l'Italia negli eventi più grandi dedicati al mondo del comics & cosplay, invece com'è andata?

Dopo la mia partecipazione a 'Cartoomics' per il lancio del libro e l'essere stata invitata a 'Il Giappone nel Chiostro' che ha voluto supportare l'iniziativa, posso dire tranquillamente che c'è stato il nulla più totale. Nessuna manifestazione mi ha invitato come ospite per dare spazio al progetto di beneficenza, evidentemente la mia storia, il mio nome o altro non avrebbero portato loro benefici bastanti a giustificare una mia partecipazione straordinaria.

Per concludere sei soddisfatta delle vendite di "Alessia in Cosplayland"

Per niente. Ho venduto forse 1/4 di quello che mi sarei aspettata e avrei sperato essendo, non un modo di arricchirmi e farmi bella agli occhi altrui, ma una lettura divertente e gradevole che aveva l'obiettivo di raccogliere fondi per una ricerca che vive e avanza solo grazie a simili supporti. Purtroppo per un autoproduzione avere un sito che la rende ordinabile (http://www.ryukicosplay.com/alessia_in_cosplayland.php) non basta se non gli si associa la visibilità diretta che le fiere possono offrire.

Alcune considerazioni:

 

Come mi amava dire un mio mito, ognuno nel suo piccolo sposa una "causa", fa solidarietà come meglio crede e di casi come quello di Alessia purtroppo il mondo è pieno . Le ultime due risposte mi hanno fatto molto riflettere e sono giunto alla conclusione che a mio avviso IL MONDO DEL COSPAY e DELLE FIERE nuota in un mare di ipocrisia.

Il cosplayer medio (qualsiasi cosa questa espressione possa significare...) non perde mai occasione per sottolineare quanto la sua passione sia fondata non sul desiderio di apparire, ma su "valori ben precisi" di amicizia, solidarietà,etc...

Nei fatti però i cosplayers sono i primi a non interessarsi ad iniziative come quella di “Alessia in Cosplayland”, non fanno fatica invece ad essere attratti da fiere “di grido” in cui vengono promessi premi e “visibilità”.

D’altro canto gli organizzatori spesso (per non dire quasi sempre) approfittano spudoratamente di questo fenomeno per aumentare il numero degli ingressi ai loro eventi.

Sono i primi a lamentarsi per queste invasioni pacifiche e poi fanno ben poco per offrire ai cosplayer un luogo confortevole in cui divertirsi o per promuovere concretamente iniziative lodevoli come quella di “Alessia in Cosplayland”.

Alessia sicuramente non è l'unica disabile al mondo, ma è l'unica COSPLAYER disabile che ha avuto il coraggio di parlare della sua vita per far capire che per lei il cosplay è stato uno strumento d’integrazione e crescita, che le ha permesso di superare le barriere reali ed ideologiche che la circondavano.

Un mondo - come quello dei Cosplay - che non sa far suo questo esempio, che futuro può avere?

Un ringraziamento particolare va a Travis Touchdown per l'aiuto nella stesura del pezzo.

fullcomics2011-cosplay13

Alessia Mainardi (aka Ryuki Cosplay) in versione pirata a Fullcomics & Games 2011

Magazine

L'Intervista - Paul Izzo, sceneggiatore per tutti i gusti

15-12-2017 Hits:4390 Autori e Anteprime Giorgio Borroni

Oggi, qui in esclusiva su Fumetto d’Autore ho il piacere di intervistare un fumettista a 360 gradi, che può vantare esperienze che vanno dalla pubblicazione indipendente su web fino a collaborazioni con una testata del calibro di Diabolik. Ladies and Gentlemen, ecco a voi… Paul izzo! FdA: Benvenuto su FdA, Paul, tolgo...

Leggi tutto

BERSERK: LUCI E OMBRE

27-11-2017 Hits:5752 Critica d'Autore Redazione

  Di Giorgio Borroni Un paio di anni fa, quando ancora frequentavo i gruppi facebookiani relativi ai fumetti, mi capitò di esprimere un paio di mie idee sulla deriva presa da Berserk, il celebre manga di Kentaro Miura. La fauna che più spesso è attiva sui social, si sa, per una bella...

Leggi tutto

Justice League - Una critica d'autore - Parte 2

21-11-2017 Hits:6159 Critica d'Autore Redazione

  Justice League of Marvel   Di Alessio Sgarlato Dopo questa lunga ma necessaria premessa, veniamo all’oggetto del contendere, ovvero Justice League, il più bel sequel di Avengers uscito finora. I film Marvel e quelli della DC con questa pellicola si trovano a dover rendere conto allo spettatore di ingombranti somiglianze estetiche. Tanto negli...

Leggi tutto

Justice League - Una critica d'autore - Parte 1

20-11-2017 Hits:5940 Critica d'Autore Redazione

  Marvel VS DC – La battaglia del secolo   Di Alessio Sgarlato   Nel 2016 esce Batman V Superman – Dawn of Justice e diventa immediatamente un film controverso, nel quale il pubblico non riesce a ritrovare lo spirito originale dei personaggi e delle storie che lo hanno ispirato. Eppure, per me si rivela...

Leggi tutto

La distopia ucronica di “Space Anabasis"

13-11-2017 Hits:5664 Critica d'Autore Redazione

    Per aspera ad astra, deinde a caelo usque ad centrum!  La distopia ucronica di “Space Anabasis”: tra i giochi di potere, nella fantascienza del passato   Roma, anno 2770 ab urbe condita: un 2017 d.C. alternativo in cui, come recita la didascalia già dalla prima striscia: « L’impero ha tenuto il sistema...

Leggi tutto

I voli pindarici di Mister No

10-11-2017 Hits:5956 Critica d'Autore Redazione

      In requiem del pilota Jerry Drake, paladino dei diritti umani nel fumetto italiano: verso il rilancio! Premessa: i vecchi nostalgici lo rivorrebbero dal 380. Difatti non tutte le cose, in ossequio alla realtà non (o anti ?) relativa, cominciano dallo 0 e proseguono direttamente con l’1, per poi giungere al 2...

Leggi tutto

C’è del Ferro in questo fumetto. Intervista alla casa editrice Ferrogallico

31-10-2017 Hits:6615 Autori e Anteprime Redazione

Di Alessandro Bottero Quando nasce una nuova casa editrice non si può che essere contenti. Significa che nonostante la crisi ci sono ancora  pazzi innamorati del fumetto. Ferrogallico è una casa editrice nata nel 2017, abbastanza snobbata da critica e pubblico (almeno quello che agita il mondo dei social) perché si...

Leggi tutto