Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Cyborg 009: Call of Justice

cybork009di Leandro Amodio. Da alcuni giorni è disponibile su Netflix, una serie animata prodotta dalla medesima piattaforma di streaming, ispirata al manga ideato da Shōtarō Ishinomori, pubblicato in Giappone sulle riviste Shōnen Magazine e Shōjo Comic a partire dal 1964. Nella prima metà degli anni '80, in Italia fu trasmesso il secondo dei quattro anime prodotti in madrepatria, con la mitica sigla cantata da Nico Fidenco. Rispetto ai suoi predecessori però, "Cyborg 009: Call of Justice", presenta notevoli migliorie. Le più evidenti sono la grafica in 3D e il look dei personaggi decisamente più evoluto, che insieme rendono la visione molto più allettante, ma c'è da considerare anche la sceneggiatura, significativa e attenta a non trascurare alcun dettaglio. Il primo episodio si apre subito con una scena d'azione, in cui i 9 cyborg sono impegnati ad affrontare una misteriosa minaccia. La situazione viene interrotta dalla sigla di apertura, per poi ritrovarci con una giornalista che si reca al rifugio del gruppo. Il dottor Gilmore, loro mentore e creatore, le chiede il motivo della sua visita. La risposta è il pretesto utilizzato da Ishinomori, per descrivere le caratteristiche dei protagonisti, appartenenti a diverse nazionalità e ciascuno con un potere specifico. In seguito viene fornito un resoconto sintetico delle loro imprese passate, quindi si arriva a ciò che adesso dovranno affrontare, malgrado fossero convinti di poter finalmente vivere in pace. Il nuovo pericolo è rappresentato da esseri immortali, anch'essi dotati di superpoteri, in grado di controllare l'intero pianeta, coprendo ruoli di vitale importanza all'interno del tessuto sociale, ma sempre attenti a mantenere un basso profilo. Ed ecco che subiscono l'improvviso attacco metereologico, che aveva dato inizio all'episodio, mentre adesso lo conclude, rimandando al successivo l'identità dell'artefice. È giusto ricordare l'enorme popolarità che Cyborg 009 gode nel Sol Levante, tanto che le poste gli hanno addirittura dedicato un francobollo. Personalmente ricordo con nostalgia la serie trasmessa nel 1982 da Italia 1, in seguito replicata solo da poche emittenti locali. Ha riempito molti pomeriggi, e aumentato il mio interesse per l'animazione giapponese appartenente al genere fantascientifico. Per chi l'ha amata come me, di certo non potrà perdersi questa nuova proposta, capace di soddisfare non solo chi è alla ricerca di un impatto visivo coinvolgente, ma anche gli estimatori di storie appassionanti.

 

Titolo: Cyborg 009 - Call of Justice

Genere: anime, fantascienza

Episodi: 12

Durata: 25 min.

Audio: italiano

 

Magazine

BERSERK: LUCI E OMBRE

27-11-2017 Hits:522 Critica d'Autore Redazione

  Di Giorgio Borroni Un paio di anni fa, quando ancora frequentavo i gruppi facebookiani relativi ai fumetti, mi capitò di esprimere un paio di mie idee sulla deriva presa da Berserk, il celebre manga di Kentaro Miura. La fauna che più spesso è attiva sui social, si sa, per una bella...

Leggi tutto

Justice League - Una critica d'autore - Parte 2

21-11-2017 Hits:730 Critica d'Autore Redazione

  Justice League of Marvel   Di Alessio Sgarlato Dopo questa lunga ma necessaria premessa, veniamo all’oggetto del contendere, ovvero Justice League, il più bel sequel di Avengers uscito finora. I film Marvel e quelli della DC con questa pellicola si trovano a dover rendere conto allo spettatore di ingombranti somiglianze estetiche. Tanto negli...

Leggi tutto

Justice League - Una critica d'autore - Parte 1

20-11-2017 Hits:826 Critica d'Autore Redazione

  Marvel VS DC – La battaglia del secolo   Di Alessio Sgarlato   Nel 2016 esce Batman V Superman – Dawn of Justice e diventa immediatamente un film controverso, nel quale il pubblico non riesce a ritrovare lo spirito originale dei personaggi e delle storie che lo hanno ispirato. Eppure, per me si rivela...

Leggi tutto

La distopia ucronica di “Space Anabasis"

13-11-2017 Hits:783 Critica d'Autore Redazione

    Per aspera ad astra, deinde a caelo usque ad centrum!  La distopia ucronica di “Space Anabasis”: tra i giochi di potere, nella fantascienza del passato   Roma, anno 2770 ab urbe condita: un 2017 d.C. alternativo in cui, come recita la didascalia già dalla prima striscia: « L’impero ha tenuto il sistema...

Leggi tutto

I voli pindarici di Mister No

10-11-2017 Hits:958 Critica d'Autore Redazione

      In requiem del pilota Jerry Drake, paladino dei diritti umani nel fumetto italiano: verso il rilancio! Premessa: i vecchi nostalgici lo rivorrebbero dal 380. Difatti non tutte le cose, in ossequio alla realtà non (o anti ?) relativa, cominciano dallo 0 e proseguono direttamente con l’1, per poi giungere al 2...

Leggi tutto

C’è del Ferro in questo fumetto. Intervista alla casa editrice Ferrogallico

31-10-2017 Hits:1473 Autori e Anteprime Redazione

Di Alessandro Bottero Quando nasce una nuova casa editrice non si può che essere contenti. Significa che nonostante la crisi ci sono ancora  pazzi innamorati del fumetto. Ferrogallico è una casa editrice nata nel 2017, abbastanza snobbata da critica e pubblico (almeno quello che agita il mondo dei social) perché si...

Leggi tutto

Sulle orme di Magnus: intervista a Gabriele Bernabei (saggista e promotore del Magnus Day)

04-10-2017 Hits:2205 Autori e Anteprime Redazione

  di Giorgio Borroni. Nell’era di internet l’esperienza del fumetto si può vivere in tanti modi, non c’è che l’imbarazzo della scelta. Uno può essere un semplice lettore, un collezionista che con un semplice click può procurarsi più facilmente di una volta ciò che cerca, il professionista della tavola disegnata o sceneggiata...

Leggi tutto