Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

L'Editoriale » Vermicino, l’incubo del pozzo, un fumetto da leggere

vermicino_001di Alessandro Bottero

Fortunatamente nel mondo del fumetto escono ancora storie che vale la pena di leggere, dimostrando così che le chiacchiere sciocche, le piccole ripicche tra adulti dal cervello da pre-adolescente, e le polemiche strumentali in realtà messe tutte assieme valgono meno del peto di un criceto.

L’editoriale di oggi è dedicato a un volume del genere, ossia Vermicino l’incubo del pozzo, di Maurizio Monteleone, pubblicato dalla 001, con un costo di 15 euro.

Il volume racconta cosa accadde a Vermicino in quei giorni del giugno 1981, quando Alfredo Rampi cadde in un pozzo, e lì mori perché non si riuscì a salvarlo. Maurizio Monteleone all’epoca faceva parte di quel gruppo di speleologi, che operava nel CNSA (Centro Nazionale di Soccorso alpino), all’epoca una struttura operativa del CAI (Club alpino Italiano) nata nel 1967. Maurizio fu testimone in diretta di tutto quello che accadde a Vermicino, e fu tra i volontari che tentarono di salvare Alfredo Rampi, calandosi nel pozzo.

Fu anche testimone in diretta dello scontro tra i Vigili del Fuoco, che dirigevano le operazioni, e i volontari speleologi, che furono messi ai margini nelle prime fasi dei tentativi di soccorso.

Fu testimone degli sforzi di Angelo Licheri, che arrivò quasi a sfiorare Alfredo Rampi, e che dovette subire –negli anni successivi il disprezzo di chi non credeva che fosse arrivato fin lì.

Fu testimone delle reticenze e delle decisioni sbagliate prese dal dottor Elveno Pastorelli, che dirigeva le operazioni dei Vigili del Fuoco.

Insomma Maurizio Monteleone sa di cosa parla, e sa che cosa è successo. È un TESTIMONE, non solo uno che ha trovato notizie qui e lì e la ha cucite assieme per realizzare una storia.

Ma oltre a questo Maurizio Monteleone è anche un autore, che ha scelto il fumetto per raccontare la storia che lo ha tormentato in tutti questi anni.  Ha scelto il fumetto perché (parole sue, dall’incontro di presentazione del libro a Romics) “è un mezzo popolare”, e questa storia Maurizio la vuole raccontare a tutti quelli che la vogliono ascoltare.

Ora, potrei stare a fare l’esegesi minuziosa delle singole tavole. Potrei parlare di come il taglio narrativo mescoli in modo riuscito cronaca e simboli. Potrei dire che il dramma di questo bambino sepolto in un pozzo, al buio, sporco, disidratato, coi vestiti laceri, è reso con un tratto pulito, delicato, quasi tenero, per non sbattere in faccia al lettore una versione falsamente realistica, quasi che l’unico modo per trattare con rispetto le vittime di una tragedia sia raffigurarle con tratti splatter. Alfredo Rampi nel libro è il simbolo della tragedia di Alfredo Rampi, non è una “foto della realtà”. Non c’è “pornografia del dolore” qui. Qui c’è una storia, e un autore che la racconta.

Potrei dirvi come questo volume per me è, ad oggi il miglior volume a fumetti uscito in Italia, che non c’è Coconino-Beccogiallo-Rizzoli-Panini-Bonelli-Aurea-Tunué-Renoir-Gipi-Fior-Petrucci-Roca-Caluri-Pagani che gli stia alla pari, e che dovrebbe vincere tutti i premi da qui all’autunno prossimo. Lucca, Napoli, Roma. Tutti. E che se non lo farà allora le giurie dovrebbero mettersi seriamente una mano sulla coscienza.

Potrei dirvi molte cose, ma dico solo questo: prendete 15 euri e compratelo. Leggetevelo. E se la pagina finale non vi commuoverà (ma commuovervi davvero, non la lacrimuccia. Quella commozione che vi prende e vi lascia senza parole) allora dovete andare da uno bravo, ma bravo davvero, perché al posto del cuore avete un pozzo.

PS. Per i simpatici che si divertono a prendere i miei editoriali, storpiarli, pubblicarli in qualche forum  e riderci sopra come degli imbecilli, continuate pure. Non posso essere certo io ad impedire alle scimmie di berciare per farsi notare.

Magazine

INTERVISTA ESCLUSIVA CON MORENO BURATTINI su "Zagor - Darkwood Novels"

26-07-2020 Hits:1763 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

   Ritratto ad opera di Lorenzo Barruscotto, autografato dallo stesso Burattini.     Buongiorno e grazie per il suo tempo. Facciamo quattro chiacchiere sulla nuova miniserie di Zagor “Darkwood Novels”.   - Nel primo volume viene presentata ai lettori questa nuova iniziativa editoriale targata Spirito con la Scure anche con dotte citazioni e riferimenti ai Dime Novels...

Leggi tutto

L'Intervista - Kirby Academy, a Cassino un punto di riferimento unico per chi vuole fare fumetti

17-01-2020 Hits:1108 Autori e Anteprime Super User

A cura della redazione L'Associazione Culturale Cagliostro E-Press, ha 15 anni alle spalle di meritoria attività di scountng di nuovi talenti e diffusione del media fumetto sul territorio nazionale: la storia dell'Associazione, sempre presente alle principali fiere di settore, racconta di più di 150 volumi pubblicati in questi tre lustri e...

Leggi tutto

Saggio e analisi di "TESLA AND THE SECRET LODGE"

17-12-2019 Hits:3087 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

 La cover variant (a sinistra) e quella ufficiale (a destra)   Ucronia. Cosa significa questa parola? Con tale termine viene indicato un genere di narrativa fantastica basato sulla premessa che la storia del mondo abbia seguito un corso alternativo a quello reale. Deriva dal greco e significa letteralmente “nessun tempo”, analogamente a come...

Leggi tutto

Intervista con OSKAR su ZAGOR

17-12-2019 Hits:3228 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    Facciamo quattro chiacchiere in merito al volume “L'eroe di Darkwood”, il sesto e conclusivo della mini serie “Zagor – Le Origini” che ha visto Oskar, nome d'arte di Oscar Scalco, classe 1971, disegnatore con all'attivo numerosi traguardi prestigiosi, impegnato ai disegni sui testi di Moreno Burattini. Le sue due opere che vedrete di seguito sono presenti...

Leggi tutto

Moleskine 125 » Quella falsa differenza tra Fumetto e Graphic Novel

30-08-2019 Hits:2881 Moleskine Conte di Cagliostro

Sottotitolo: Artibani e Recchioni avanti, dietro tutti quanti (Plazzi compreso) per piacere di Topolino. di Conte di Cagliostro Houston il fumettomondo ha un problema. Ci sono dei pazzi che vanno in giro spacciandosi per Francesco Artibani, Andrea Plazzi e Roberto Recchioni? O Artibani, Plazzi e Recchioni sono pazzi? Ricapitoliamo. Qualche giorno fa, il...

Leggi tutto

RECENSIONE CARTONATO DEADWOOD DICK "TRA IL TEXAS E L'INFERNO"

29-07-2019 Hits:3163 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    "Avete mai fatto caso che nella vita ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto in…alberare?” Ecco, quel qualcuno è Deadwood Dick. Mutuandola ed adattandola per i nostri scopi, la celeberrima frase pronunciata da un granitico Clint Eastwood in “Gran Torino” serve perfettamente a delineare il carattere del personaggio...

Leggi tutto

Moleskine 124 » Quando scappa un fumettosauro dallo zoo del fumettomondo

15-06-2019 Hits:2401 Moleskine Conte di Cagliostro

di Conte di Cagliostro Interrompiamo il silenzio di questa disgraziata rubrica su questo disgraziatissimo sito, perchè pare che sia scappato il fumettosauro dallo zoo del fumettomondo. Per sgombrare subito il campo da qualsiasi possibile dubbio, durante la nostra assenza dal vergare queste righe siamo diventati grandissimi estimatori del famigerato Sauro Pennacchioli...

Leggi tutto