Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

L'Editoriale. Collaterali addio?

mmstoricaDi Alessandro Bottero. Una fonte attendibile e riservata, che ritengo affidabile e a cui quindi do massimo credito, mi ha fatto capire come il gruppo Espresso-Repubblica non intenda più produrre collaterali a fumetti dopo la Collezione Storica a colori di Martin Mystere. Almeno questo sarebbe l’orientamento oggi. Magari fra tre mesi le cose cambiano e il carrozzone ripartirà. Ma da quel che so ad oggi la produzione di collaterali a fumetti è sospesa. Non dico “per sempre” perché ormai in editoria si naviga a vista e spesso le decisioni si prendono dall’oggi al domani, alla ricerca di risultati immediati.

Il tutto rientra in un discorso piò ampio. Anticamente, miei piccoli lettori, esisteva un mondo dove i rapporti commerciali e finanziari erano scanditi da ritmi meno frenetici. Un mondo dove era possibile che una testata si assestasse e trovasse il suo pubblico in quattro, sei, otto mesi. A volte anche un anno. Se la Sergio Bonelli o la Star Comics trent’anni fa avessero ragionato con la logica che oggi si applica alle produzioni da edicola Dylan Dog e l’Uomo Ragno sarebbero stati chiudi dopo quattro mesi. Infatti sia Dylan Dog della Bonelli che l’Uomo Ragno della Star Comics impiegarono mesi a trovare una posizione di pareggio e stabilità. E oggi li vediamo ancora nelle edicole. Ma se all’epoca si fosse ragionato secondo la logica impazzita del “i risultati ora e subito!”, dovevano essere cancellati dalla lista delle pubblicazioni.

La fretta. È questo il demone. Tutti hanno fretta. E Internet e i Social hanno alimentato questo demone. Oggi tutti DEVE essere consumato in presa diretta. Il risultato sul gradimento o sulla bocciatura di una produzione (di carta , in radio o anche in TV) viene dato subito. Dopo i primi minuti. Alla fine della prima puntata o del primo numero il destino del prodotto è deciso. E non si cambia idea.

L’edicola è una roulette, dove i giocatori si sono progressivamente autolimitati, riducendosi ad un’unica puntata con una possibilità di vincere e 89 di fare fiasco. O la va o la spacca. E non conta quanto studi, quanto credi di essere un genio del Marketing o di “sapere come va il mercato”.

Tra un focus group pagato migliaia di euro e lo sciamano che getta gli ossicini a terra e poi profetizza successo o insuccesso non c’è differenza. Anzi, almeno lo sciamano è onesto.

Tra esperti di Marketing e Stregoni con il mascherone l’unica differenza è la cravatta.

La fretta ha stabilito che si devono avere risultati subito, perché non c’è più il tempo di aspettare, di aggiustare le cose, di correggere, di spengere. No. Il mondo editoriale è diventato un unico , immenso, spietato Buona la Prima. E se la prima va male niente sarà mai più buono.

Apparentemente quindi la fretta ha colpito anche i collaterali del gruppo Espresso-Repubblica. È vero: la Collezione Storica a Colori di Martin Mystere vendeva poco. Qualche migliaio di copie a numero. MA la condanna (pare temporanea) non è sul prodotto. È sul genere. Il punto non è che la collana chiuda cl numero 20 e che abbia venduto poco. Il punto è che Repubblica abbia detto (se, come credo, abbia detto) “Mo’ basta!”.  Ossia colei che nel 2002 aveva dato vita a un nuovo modo di vendere fumetti, con la collana I Classici di Repubblica, quattordici anni dopo dice “I fumetti non vendono più un cazzo. Basta”.

La fretta… la fine di un ciclo….i bilanci…o la va o la spacca….

Buon Natale, e speriamo che i cinesi si sbaglino quando augurano con malizia "possa tu vivere tempi interessanti "

 

Magazine

Monolith - il film: Recensione e Analisi

21-08-2017 Hits:305 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

di Lorenzo Barruscotto (contiene – forse - spoiler) Il nostro Lorenzo Barruscotto, titolare della seguitissima rubrica Osservatorio Tex, recensisce Monolith, il film coprodotto da Sky che vede l'esordio alla produzione cinamtografica di Sergio Bonelli Editore.Il fim, distribuito in 200 sale, dal 12 agosto, giorno della prima, al 20 agosto ha incassato 265.808...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #04

07-08-2017 Hits:509 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) Tanto fu il successo da parte dei MOTU - che ricordiamolo sempre, è l’acronimo di Masters of the Universe -, che addirittura vennero suddivise in  ben 4 schiere di guerrieri. Una votata al bene, le altre tre votate al male: gli eroi di Eternia;...

Leggi tutto

Intervista ad Andrea Manfredini, nuovo Direttore Editoriale di Cagliostro E-Press

01-08-2017 Hits:902 Autori e Anteprime Redazione

Di Giorgio Borroni Di recente alla Cagliostro E-Press c’è stato un cambio di ruoli nella direzione editoriale e la patata bollente è passata ad Andrea Manfredini, già creatore del super eroe sopra le righe Lo Scarafaggio e al timone della serie fantascientifica "Incrociatore Stellare E. Salgari".Oggi abbiamo il piacere di torchiare...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #03

26-07-2017 Hits:886 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) Il cartone animato di He-Man è composto da due serie di 65 episodi ciascuna (per un totale di 130 episodi e ne era prevista pure una terza serie, che però non fece in tempo mai a vedere la luce in quanto i giocattoli non...

Leggi tutto

Gravetown 10th. Intervista a Paolo Zeccardo

25-07-2017 Hits:925 Autori e Anteprime Redazione

Di Giorgio Borroni Vi ricordate “Kickboxer”? Già, il film che lanciò Jean Claude Van Damme e che hanno di recente rifatto (male) con più budget e meno idee? Ecco, io quando da piccolo lo vidi al cinema ne rimasi estasiato: un tizio occidentale andava in Tailandia e faceva nero Tong Po, il...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #02

11-07-2017 Hits:1341 Off Topic Super User

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) La dirigenza della Filmation era composta da tre persone: la coppia Lou Scheimer e Norm Prescott (adesso entrambi defunti), e il direttore artistico Hal Sutherland. Nel 1981 uscì BLACKSTAR (un cartone di genere fantasy), composto da 13 puntate, che però si rivelò un fiasco...

Leggi tutto

Masters of the Universe: storia di un cult - Parte #01

04-07-2017 Hits:1780 Off Topic Davide Mosciaro

di Davide Mosciaro (QUI trovate le altre puntate) Se esiste un’icona mondiale, per quanto riguarda la sezione giocattoli e cartoni, che hanno trasformato una semplice moda in un vero a proprio ‘dogma’, He-man and The Masters of the Universe rappresenta, almeno al pari dei Transformers, uno dei pilastri di maggior successo degli...

Leggi tutto