Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Luc Besson alla prova dei cinecomics: "Valerian e la città dei mille pianeti"

Valeriandi Leandro Amodio. È prevista per il 21 luglio l'uscita del film "Valerian e la città dei mille pianeti", scritto e diretto da Luc Besson. La pellicola è tratta dal celebre fumetto fantascientifico "Valerian agente spazio-temporale", creato da Pierre Christin (testi) e Jean-Claude Mézières (disegni). Pubblicato inizialmente sul settimanale Pilote nel 1967 e dalla casa editrice Dargaud a partire dal 1970, mentre nel 2007, in occasione del quarantesimo anniversario della sua pubblicazione, la serie è stata ribattezzata "Valerian e Laureline". L'opera ha riscosso un enorme successo, tanto da essere stata tradotta in 21 lingue e suddivisa in diversi volumi, dei quali è il sesto a essere stato preso in considerazione per la trama del film. Ambientato nel 28esimo secolo, i due protagonisti, interpretati rispettivamente da Dane DeHaan e Cara Delevingne, sono agenti speciali del governo operativo dei territori umani, a cui è stato affidato il compito d'indagare su Alpha, una metropoli abitata da milioni di esseri provenienti da ogni parte dell'universo. La sua opulente prosperità è permessa dallo scambio di conoscenze e tecnologie fra gli abitanti che, malgrado le diversità, da sempre convivono pacificamente. È giunta voce però, che forze misteriose intendono capovolgere la situazione e creare il caos, ponendo fine allo splendore di questa città. Questo il biglietto da visita della seconda space opera (un sottogenere della fantascienza ambientato tipicamente nello spazio esterno e contraddistinto dall'avventura romantica) del regista francese, a 20 anni di distanza da "Il Quinto Elemento". Adattate in precedenza a una serie d'animazione franco-giapponese, trasmessa per la prima volta il 7 novembre 2007 da Canal +, la fantascienza e le battaglie futuristiche caratterizzanti le avventure di "Valerian e Laureline", rappresentano solo un pretesto scelto dagli autori per affrontare tematiche sociali tuttora tipiche dei nostri tempi. Si va dall'ecologia alla condizione della donna, dall'anarchia alla concentrazione del potere nelle mani di pochi. Se questo aspetto, motivo principale del riscontro estremamente favorevole, da parte di pubblico e critica, a livello planetario, sarà tenuto in considerazione anche da Luc Besson, il successo del film, che prevede tra l'altro la partecipazione di attori prestigiosi, come Clive Owen, Ethan Hawke, Rutger Hauer e John Goodman, dovrebbe essere alquanto probabile, e non resta che attendere la proiezione qui da noi per esserne certi.

 

Magazine

Moleskine 125 » Quella falsa differenza tra Fumetto e Graphic Novel

30-08-2019 Hits:823 Moleskine Conte di Cagliostro

Sottotitolo: Artibani e Recchioni avanti, dietro tutti quanti (Plazzi compreso) per piacere di Topolino. di Conte di Cagliostro Houston il fumettomondo ha un problema. Ci sono dei pazzi che vanno in giro spacciandosi per Francesco Artibani, Andrea Plazzi e Roberto Recchioni? O Artibani, Plazzi e Recchioni sono pazzi? Ricapitoliamo. Qualche giorno fa, il...

Leggi tutto

RECENSIONE CARTONATO DEADWOOD DICK "TRA IL TEXAS E L'INFERNO"

29-07-2019 Hits:1340 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    "Avete mai fatto caso che nella vita ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto in…alberare?” Ecco, quel qualcuno è Deadwood Dick. Mutuandola ed adattandola per i nostri scopi, la celeberrima frase pronunciata da un granitico Clint Eastwood in “Gran Torino” serve perfettamente a delineare il carattere del personaggio...

Leggi tutto

Moleskine 124 » Quando scappa un fumettosauro dallo zoo del fumettomondo

15-06-2019 Hits:1029 Moleskine Conte di Cagliostro

di Conte di Cagliostro Interrompiamo il silenzio di questa disgraziata rubrica su questo disgraziatissimo sito, perchè pare che sia scappato il fumettosauro dallo zoo del fumettomondo. Per sgombrare subito il campo da qualsiasi possibile dubbio, durante la nostra assenza dal vergare queste righe siamo diventati grandissimi estimatori del famigerato Sauro Pennacchioli...

Leggi tutto

Il Duce, la storia di Mussolini che la Panini non vi farà mai leggere...

15-06-2019 Hits:1217 Off Topic Super User

...Fumetto d'Autore ve la presenta corredata da un imprescindibile apparato critico. Dopo avere scoperchiato il caso della storia dedicata a Mussolini misteriosamente omessa dalla Panini, in nome della stessa libertà con cui M.M. Lupoi si riempe i profili social tutti i giorni, potete scoprire da soli se era da censurare...

Leggi tutto

Rinaldo Traini, un ricordo tra luci e ombre

05-06-2019 Hits:1160 Autori e Anteprime Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Di sicuro per Rinaldo Traini, scomparso ieri, non assisteremo ad una beatificazione post mortem come è stato per Sergio Bonelli. Troppo divisiva la sua figura, e troppo ‘profondo’ l’impatto che ha avuto nella storia del fumetto italiano, profondo non nel senso positivo del termine, ma nel senso di...

Leggi tutto

L’Europa: grande assente dal fumetto italiano mainstream

29-05-2019 Hits:663 Critica d'Autore Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Alcuni giorni fa si sono svolte le elezioni europee. Mi ricordo che anni e anni fa, le prime volte che si votava per il Parlamento Europeo ci si rideva su. Non si capiva a cosa servisse. Poi progressivamente ci si è resi conto (chi VUOLE rendersene conto, ovvio)...

Leggi tutto

Casa Cagliostro a Lucca 2018: Chi, Cosa, Dove, Quando, Perché

25-10-2018 Hits:3994 Critica d'Autore Redazione

Di Alessandro Bottero Anche per il 2018 Lucca vedrà nei giorni di Lucca Comics & Games l’evento Casa Cagliostro, cinque giorni Autonomi & #EscLUSive nel centro della città. Chi Casa Cagliostro non fa parte di Lucca Comics. È uno spazio autonomo, indipendente, autogestito (termine che fa molto anni ’70 e che...

Leggi tutto