Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

I Cani si sciolgono dopo 5 anni

icani[18/10/2009] » Il collettivo autoprodotto de "I Cani" si sciolgono artisticamente dopo cinque anni di intensa attività, premi e presenza alle maggiori fiere di settore.

"Cinque anni parrebbero il tempo massimo di resistenza in vita di un'etichetta di fumetto autoprodotto... Così eccoci qua, anche noi Cani dopo gli amici e compagni di strada Selfcomics e Monipodio, ad annunciare il nostro passaggio a miglior vita. Accadrà alla prossima Luccacomics (dal 29 ottobre all'1 novembre), dove diamo l'estremo appuntamento a lettori vecchi e nuovi per un gran finale con svendita di fine stagione e presentazione delle nostre ultime novità".

Apprendiamo con dispiacere, da queste parole, la chiusura di un etichetta parecchio attiva negli ultimi cinque anni. La sorte dei collettivi che si autoproducono sembra avere purtroppo, una vita a termine, probabilmente dovuta alla mancanza iniziale di un progetto editoriale compiuto e a lungo termine o al non riuscire ad acquisirlo in corsa, permettendo così di uscire da quella che gli stessi Cani definiscono quasi come una crisi del quinto anno. Questa sensazione sembra essere confermata dalle parole di commiato che spiegano le motivazioni delle chiusura dell'etichetta.

"Perché chiudiamo?
Per un motivo che è ben chiaro almeno ai nostri colleghi autoproduttori, e cioè che si fa una gran fatica a gestire tutti i "dietro le quinte" di un'etichetta pur minuscola come la nostra. Com'è evidente, nessuno dei Cani ha mai intascato un ghello dalla vendita dei nostri albi, ognuno di noi campa d'altro... L'altro di cui campiamo è nella maggioranza dei casi legato al fumetto o al disegnare, e si tratta di mestieri che, in patria, non sono quasi mai retribuiti a sufficienza da consentire un grande scialo di tempo libero. Il tempo libero per essere Cani ce lo siamo sempre ritagliato da quello che avanzava dal lavoro, a scapito di baldorie, gite fuori porta e feste comandate, spesso scontentando fidanzate, amici, parenti e un po' anche noi stessi... e più di cinque anni così sono difficili da sopportare."

Ma non dimentichiamo i successi dei Cani:

"Nel 2006 il Comicon di Napoli dà un importante segnale di apertura e di rispetto verso il fumetto indipendente premiando Una lacrima sul viso (di Giorgio Mascitelli e Lorenzo Sartori) per la migliore sceneggiatura, episodio che resta il più alto traguardo istituzionale raggiunto dai Cani nella loro esistenza. Precedentemente l'albo si era aggiudicato anche il premio La torre di Vittorio al piccolo festival intorno al fumetto di Cremona (ottobre 2005)."

I Cani concludono la loro avventura trovando il reale motivo della loro chiusura definitva:

"E siamo alla conclusione. Nell'arco di questa manciata d'anni l'editoria fumettistica ha subìto, o portato a compimento, un cambiamento considerevole. Sono nate parecchie piccole case editrici che si ritagliano i loro spazi dandosi precise identità editoriali o semplicemente setacciando la produzione mondiale di graphic novel e riproponendola al pubblico italiano delle fumetterie. Accanto alla riedizione di materiale straniero molte di queste danno spazio agli autori di qui sicché, se prescindiamo dal (non marginale) problema dei compensi e della sussistenza in vita degli autori stessi, viene di fatto ad essere superato quello che era uno dei motivi fondanti dei Cani, ossia la difficoltà per i fumettisti non spalmati sul main stream di trovare spazi ed aver voce."

A Lucca potrete trovare le ultime uscite dell'etichetta autoprodotta:

Lorenzo Sartori con Cinzia Zagato - L'astuto scamotaggio degli uomi mascherati
(24 pagine, formato 10x15, prezzo 3 euro)

Andrea Pasini e Marco Ligabò – Il ritorno del commercialista oscuro
(28 pagine, formato 15x10, prezzo 3 euro)

Stefano Alberti e Claudio Corrias – Il pane e i pesci
(24 pagine, formato 10x15, prezzo 3 euro)"

Magazine

Intervista a SILVIA ZICHE su "QUEI DUE"

01-01-2021 Hits:1792 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto e Dafne Riccietti

      Bentrovati, appassionati delle nuvole parlanti. Sono lieto ed orgoglioso di presentarvi la versione integrale dell'intervista, comparsa sull'importante numero 300 di “Fumo di China”, realizzata con la mitica Silvia Ziche, che ringrazio nuovamente.   Ritratto di Silvia Ziche, visionato anche dall'artista prima della pubblicazione, ad opera di Lorenzo Barruscotto.   Le tre vignette che troverete ad...

Leggi tutto

INTERVISTA ESCLUSIVA CON MORENO BURATTINI su "Zagor - Darkwood Novels"

26-07-2020 Hits:3489 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

   Ritratto ad opera di Lorenzo Barruscotto, autografato dallo stesso Burattini.     Buongiorno e grazie per il suo tempo. Facciamo quattro chiacchiere sulla nuova miniserie di Zagor “Darkwood Novels”.   - Nel primo volume viene presentata ai lettori questa nuova iniziativa editoriale targata Spirito con la Scure anche con dotte citazioni e riferimenti ai Dime Novels...

Leggi tutto

L'Intervista - Kirby Academy, a Cassino un punto di riferimento unico per chi vuole fare fumetti

17-01-2020 Hits:2472 Autori e Anteprime Super User

A cura della redazione L'Associazione Culturale Cagliostro E-Press, ha 15 anni alle spalle di meritoria attività di scountng di nuovi talenti e diffusione del media fumetto sul territorio nazionale: la storia dell'Associazione, sempre presente alle principali fiere di settore, racconta di più di 150 volumi pubblicati in questi tre lustri e...

Leggi tutto

Saggio e analisi di "TESLA AND THE SECRET LODGE"

17-12-2019 Hits:4729 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

 La cover variant (a sinistra) e quella ufficiale (a destra)   Ucronia. Cosa significa questa parola? Con tale termine viene indicato un genere di narrativa fantastica basato sulla premessa che la storia del mondo abbia seguito un corso alternativo a quello reale. Deriva dal greco e significa letteralmente “nessun tempo”, analogamente a come...

Leggi tutto

Intervista con OSKAR su ZAGOR

17-12-2019 Hits:4834 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    Facciamo quattro chiacchiere in merito al volume “L'eroe di Darkwood”, il sesto e conclusivo della mini serie “Zagor – Le Origini” che ha visto Oskar, nome d'arte di Oscar Scalco, classe 1971, disegnatore con all'attivo numerosi traguardi prestigiosi, impegnato ai disegni sui testi di Moreno Burattini. Le sue due opere che vedrete di seguito sono presenti...

Leggi tutto

Moleskine 125 » Quella falsa differenza tra Fumetto e Graphic Novel

30-08-2019 Hits:4296 Moleskine Conte di Cagliostro

Sottotitolo: Artibani e Recchioni avanti, dietro tutti quanti (Plazzi compreso) per piacere di Topolino. di Conte di Cagliostro Houston il fumettomondo ha un problema. Ci sono dei pazzi che vanno in giro spacciandosi per Francesco Artibani, Andrea Plazzi e Roberto Recchioni? O Artibani, Plazzi e Recchioni sono pazzi? Ricapitoliamo. Qualche giorno fa, il...

Leggi tutto

RECENSIONE CARTONATO DEADWOOD DICK "TRA IL TEXAS E L'INFERNO"

29-07-2019 Hits:4776 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    "Avete mai fatto caso che nella vita ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto in…alberare?” Ecco, quel qualcuno è Deadwood Dick. Mutuandola ed adattandola per i nostri scopi, la celeberrima frase pronunciata da un granitico Clint Eastwood in “Gran Torino” serve perfettamente a delineare il carattere del personaggio...

Leggi tutto