Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Lost+Brain

lostbraindi Francesco Murrone

Con il terzo volume si chiude la sconvolgente miniserie Lost+Brain, edita da Star Comics. E' un viaggio, quello che giunge al termine, nei luoghi della psiche umana, negli abissi dell'inconscio e della memoria, dove davvero si celano i più terribili mostri.

Ren Hiyama è un ragazzo al di fuori del comune; la sua media scolastica è vertiginosamente alta, la sua popolarità fra le ragazze è grandissima ed è inoltre desiderato da ogni associazione studentesca, a prescindere che essa abbracci il polo dell’allenamento sportivo o dell’approfondimento culturale. Eppure, il giovane Ren, già al primo anno di liceo, trova la sua vita noiosa ed il mondo che lo circonda marcio ed insulso. La sua grande intelligenza risulta inservibile in questa angusta situazione. Tutto cambia, o sembra poter cambiare, dopo il fortuito incontro con Itsuki Kuonji, psicoterapeuta di fama internazionale nonché massimo conoscitore delle tecniche di ipnotismo. Studiando segretamente le pratiche di quest’ultimo Ren riesce, nel giro di un anno, a padroneggiare i poteri ipnotici e a piegare alla sua la volontà di chiunque. Inizia così a muovere i primi passi per l’attuazione del suo terribile sogno: la costituzione di un nuovo mondo perfetto, privo di ogni sozzura.

Tsuzuku Yabuno e Akira Otani ci presentano “Lost+Brain”, la storia del folle sogno di Ren Hiyama e delle sue incredibili capacità ipnotiche. I due artisti del sol levante arrivano in Italia sulle pagine della collana “Point Break”, delle edizioni “Star Comics”, solo nel settembre 2009, a un anno dalla loro uscita in Giappone. Con l’arrivo nelle fumetterie del terzo volume si chiude il ciclo di questo giallo avvincente che attinge a piene mani dai toni dello psicodramma.

“Lost+Brain” non è uno shonen, ma ne conserva il sistema di personaggi chiave, i cui ruoli sono affidati quasi unicamente a characters maschili; né uno shojo, a cui strizza l’occhio con una serie di interessanti sottotrame, perpetuate dalle situazioni personali delle co-protagoniste. Yabuno si cimenta, dunque, con una storia fantasiosa e inquietante che rivela, nel corso della lettura, sviluppi intimistici ed introspettivi. Di contro, non essendo una storia in cui l’azione o l’avventura prendono il sopravvento, il suo incedere appare a volte ripetitivo e troppo incentrato sui dialoghi, che finiscono per schiacciare i disegni, privandoli, a volte, del giusto respiro. Leggendola in chiave filo-occidentale, la storia si potrebbe quasi descrivere come una realizzazione del mondo che Orwell descriveva in 1984. Il “Big Brother” è ovviamente Hiyama che invece di uno specchio tecnologico in ogni casa, utilizza il potere dell’ipnosi per spiare direttamente nei cuori delle sue vittime. Quella edita da Star Comics è una saga interessante, facilmente reperibile, in soli tre volumi, presso la propria fumetteria di fiducia. Consigliata a chi non ama i luoghi comuni ma preferisce perdersi ed investigare nei profondi e misteriosi meandri della mente umana.

Titolo:  Lost Brain vol. 1/2/3

Testi: Tsuzuku Yabuno

Disegni: Akira Otani

Editore: Star Comics

Pagine: 192 pagine b\n (per volume)

Prezzo: 4,50 euro (per volume)

Magazine

Moleskine 125 » Quella falsa differenza tra Fumetto e Graphic Novel

30-08-2019 Hits:822 Moleskine Conte di Cagliostro

Sottotitolo: Artibani e Recchioni avanti, dietro tutti quanti (Plazzi compreso) per piacere di Topolino. di Conte di Cagliostro Houston il fumettomondo ha un problema. Ci sono dei pazzi che vanno in giro spacciandosi per Francesco Artibani, Andrea Plazzi e Roberto Recchioni? O Artibani, Plazzi e Recchioni sono pazzi? Ricapitoliamo. Qualche giorno fa, il...

Leggi tutto

RECENSIONE CARTONATO DEADWOOD DICK "TRA IL TEXAS E L'INFERNO"

29-07-2019 Hits:1340 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    "Avete mai fatto caso che nella vita ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto in…alberare?” Ecco, quel qualcuno è Deadwood Dick. Mutuandola ed adattandola per i nostri scopi, la celeberrima frase pronunciata da un granitico Clint Eastwood in “Gran Torino” serve perfettamente a delineare il carattere del personaggio...

Leggi tutto

Moleskine 124 » Quando scappa un fumettosauro dallo zoo del fumettomondo

15-06-2019 Hits:1024 Moleskine Conte di Cagliostro

di Conte di Cagliostro Interrompiamo il silenzio di questa disgraziata rubrica su questo disgraziatissimo sito, perchè pare che sia scappato il fumettosauro dallo zoo del fumettomondo. Per sgombrare subito il campo da qualsiasi possibile dubbio, durante la nostra assenza dal vergare queste righe siamo diventati grandissimi estimatori del famigerato Sauro Pennacchioli...

Leggi tutto

Il Duce, la storia di Mussolini che la Panini non vi farà mai leggere...

15-06-2019 Hits:1215 Off Topic Super User

...Fumetto d'Autore ve la presenta corredata da un imprescindibile apparato critico. Dopo avere scoperchiato il caso della storia dedicata a Mussolini misteriosamente omessa dalla Panini, in nome della stessa libertà con cui M.M. Lupoi si riempe i profili social tutti i giorni, potete scoprire da soli se era da censurare...

Leggi tutto

Rinaldo Traini, un ricordo tra luci e ombre

05-06-2019 Hits:1158 Autori e Anteprime Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Di sicuro per Rinaldo Traini, scomparso ieri, non assisteremo ad una beatificazione post mortem come è stato per Sergio Bonelli. Troppo divisiva la sua figura, e troppo ‘profondo’ l’impatto che ha avuto nella storia del fumetto italiano, profondo non nel senso positivo del termine, ma nel senso di...

Leggi tutto

L’Europa: grande assente dal fumetto italiano mainstream

29-05-2019 Hits:662 Critica d'Autore Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Alcuni giorni fa si sono svolte le elezioni europee. Mi ricordo che anni e anni fa, le prime volte che si votava per il Parlamento Europeo ci si rideva su. Non si capiva a cosa servisse. Poi progressivamente ci si è resi conto (chi VUOLE rendersene conto, ovvio)...

Leggi tutto

Casa Cagliostro a Lucca 2018: Chi, Cosa, Dove, Quando, Perché

25-10-2018 Hits:3994 Critica d'Autore Redazione

Di Alessandro Bottero Anche per il 2018 Lucca vedrà nei giorni di Lucca Comics & Games l’evento Casa Cagliostro, cinque giorni Autonomi & #EscLUSive nel centro della città. Chi Casa Cagliostro non fa parte di Lucca Comics. È uno spazio autonomo, indipendente, autogestito (termine che fa molto anni ’70 e che...

Leggi tutto