Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Caravan #08

caravan08di Attilio Capuozzo

Caravan, una delle ultime miniserie creata da Michele Medda e pubblicata da Bonelli, costituisce uno dei migliori esempi di come sempre più la tradizionale contrapposizione tra fumetto popolare e fumetto d'autore non coincida con l'opposizione tra fumetto di bassa e alta qualità.A seguito delle trasformazioni, nel panorama fumettistico, avvenute tra gli anni '60 e '70, la produzione colta ed elitaria, vocazione quasi sempre riservata fino ad allora  al c.d. fumetto autoriale, ha iniziato a trovare terreno fertile anche nella produzione popolare che si concreta nel fumetto seriale da edicola.

Ed è così che anche la factory bonelliana, a lungo protervamente accusata di eccessivo tradizionalismo e conservatorismo, inizia a proporre al grande pubblico opere seriali di più ampio respiro caratterizzate da profondo spessore narrativo e con una più manifesta vocazione intimistica.Un esempio per tutti è Ken Parker (1977) della celebrata coppia Giancarlo Berardi (ai testi) ed Ivo Milazzo (ai disegni).

Nel solco tracciato da Lungo Fucile, come da tanti altri personaggi bonelliani creati negli anni successivi (l'elenco sarebbe troppo lungo per questa sede), si inserisce il talentuoso sceneggiatore Michele Medda, uno dei componenti della c.d. Banda dei Sardi (costituita oltre che dal già citato Medda anche da Antonio Serra e Bepi Vigna) creatrice, nel 1991, del serial fantascientifico Nathan Never.

Medda sin dai suoi primi lavori  per la Casa di Via Buonarroti (ricordiamo, tra gli altri, il poliziesco Nick Raider creato da Claudio Nizzi nel 1988) si distingue per la sua abilità di caratterizzare i personaggi e di mettere in scena storie profonde e mai banali con venature in prevalenza malinconiche.

In Caravan, la miniserie di cui è titolare, Michele Medda crea un racconto corale dove accanto alla trama principale (il lungo viaggio verso l'ignoto dei cittadini di Nest Point...) si snodano e si sviluppano, albo dopo albo, tante sottotrame che diventano il pretesto per analizzare e mostrare le singole vicende personali della famiglia Donati e delle persone con cui vengono in contatto nel corso della saga.

L'albo n.8, in particolare, dal titolo "Il gioco della guerra" ha l'innegabile pregio di narrare due tragiche vicende storiche poco note: il bombardamento, nel 1944, del quartiere milanese di Gorla e la sparatoria, nel 1970, alla Kent Stae University nello stato americano dell'Ohio.

Il primo episodio avvenne il 20 Ottobre del 1944 a causa di un tragico quanto inspiegabile errore commesso da uno stormo di bombardieri B-24 degli Alleati; il drammatico epilogo fu di 200 bambini morti tra le macerie della scuola di Gorla!

L'altro avvenimento ebbe luogo il 4 Maggio 1970 nella Kent State University dove si stava svolgendo una  protesta da parte degli studenti contro l'ufficializzazione del Presidente Nixon della guerra in Cambogia all'indomani del ritiro di circa 150.000 militari dal Vietnam.

A causa dei disordini che si stavano susseguendo già da alcuni giorni, nel Campus era intervenuta, su ordine del Governatore, la Guardia Nazionale che ad un dato momento (per cause ancora oggi non del tutto chiarite e comunque ingiustificate) iniziò a sparare sui dimostranti: 4 studenti morti e 9 feriti!

Un albo, questo, che, a detta dello stesso autore,  nonostante fosse nato (almeno nelle iniziali intenzioni) come semplice riempitivo riesce a coinvolgere emotivamente il lettore dalla prima all'ultima tavola perseguendo, inoltre, il lodevole intento di farci conoscere due stragi dimenticate.

Unico appunto da muovere è sul versante grafico: l'eccessivo uso delle retinature in numerose vignette (a cui si è fatto ampio ricorso a causa, probabilmente, dei tempi ristretti di realizzazione dell'albo) non convince per niente creando, in verità, uno sgradevole effetto visivo.

Pecca perdonabile grazie ad una solida e convincente sceneggiatura!

Titolo: Caravan #08 - Il gioco della guerra

Testi: Michele Medda

Disegni: Maurizio Gradin e Werner Maresta

Editore: Sergio Bonelli Editore

Pagine: 96 pagine in bianco e nero

Prezzo: € 2,90

 

 

 

Magazine

Moleskine 125 » Quella falsa differenza tra Fumetto e Graphic Novel

30-08-2019 Hits:823 Moleskine Conte di Cagliostro

Sottotitolo: Artibani e Recchioni avanti, dietro tutti quanti (Plazzi compreso) per piacere di Topolino. di Conte di Cagliostro Houston il fumettomondo ha un problema. Ci sono dei pazzi che vanno in giro spacciandosi per Francesco Artibani, Andrea Plazzi e Roberto Recchioni? O Artibani, Plazzi e Recchioni sono pazzi? Ricapitoliamo. Qualche giorno fa, il...

Leggi tutto

RECENSIONE CARTONATO DEADWOOD DICK "TRA IL TEXAS E L'INFERNO"

29-07-2019 Hits:1340 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    "Avete mai fatto caso che nella vita ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto in…alberare?” Ecco, quel qualcuno è Deadwood Dick. Mutuandola ed adattandola per i nostri scopi, la celeberrima frase pronunciata da un granitico Clint Eastwood in “Gran Torino” serve perfettamente a delineare il carattere del personaggio...

Leggi tutto

Moleskine 124 » Quando scappa un fumettosauro dallo zoo del fumettomondo

15-06-2019 Hits:1029 Moleskine Conte di Cagliostro

di Conte di Cagliostro Interrompiamo il silenzio di questa disgraziata rubrica su questo disgraziatissimo sito, perchè pare che sia scappato il fumettosauro dallo zoo del fumettomondo. Per sgombrare subito il campo da qualsiasi possibile dubbio, durante la nostra assenza dal vergare queste righe siamo diventati grandissimi estimatori del famigerato Sauro Pennacchioli...

Leggi tutto

Il Duce, la storia di Mussolini che la Panini non vi farà mai leggere...

15-06-2019 Hits:1217 Off Topic Super User

...Fumetto d'Autore ve la presenta corredata da un imprescindibile apparato critico. Dopo avere scoperchiato il caso della storia dedicata a Mussolini misteriosamente omessa dalla Panini, in nome della stessa libertà con cui M.M. Lupoi si riempe i profili social tutti i giorni, potete scoprire da soli se era da censurare...

Leggi tutto

Rinaldo Traini, un ricordo tra luci e ombre

05-06-2019 Hits:1160 Autori e Anteprime Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Di sicuro per Rinaldo Traini, scomparso ieri, non assisteremo ad una beatificazione post mortem come è stato per Sergio Bonelli. Troppo divisiva la sua figura, e troppo ‘profondo’ l’impatto che ha avuto nella storia del fumetto italiano, profondo non nel senso positivo del termine, ma nel senso di...

Leggi tutto

L’Europa: grande assente dal fumetto italiano mainstream

29-05-2019 Hits:663 Critica d'Autore Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Alcuni giorni fa si sono svolte le elezioni europee. Mi ricordo che anni e anni fa, le prime volte che si votava per il Parlamento Europeo ci si rideva su. Non si capiva a cosa servisse. Poi progressivamente ci si è resi conto (chi VUOLE rendersene conto, ovvio)...

Leggi tutto

Casa Cagliostro a Lucca 2018: Chi, Cosa, Dove, Quando, Perché

25-10-2018 Hits:3994 Critica d'Autore Redazione

Di Alessandro Bottero Anche per il 2018 Lucca vedrà nei giorni di Lucca Comics & Games l’evento Casa Cagliostro, cinque giorni Autonomi & #EscLUSive nel centro della città. Chi Casa Cagliostro non fa parte di Lucca Comics. È uno spazio autonomo, indipendente, autogestito (termine che fa molto anni ’70 e che...

Leggi tutto