Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Italian Mangaka: Federica Di Meo

federica di meoPresentati ai lettori di Fumetto d’Autore

Mi chiamo Federica Di Meo, in precedenza conosciuta sul web come Aka o Akachan, sono una "fumettista all'orientale" e autrice completa, generalmente scrivo e disegno le mie storie, che graficamente seguono i canoni del fumetto giapponese, ma dal punto di vista della sceneggiatura sono profondamente legate all'Italia e al mondo occidentale.

 

 

Quando e perchè è nata la tua carriera.

Ho cominciato a lavorare come illustratrice e fumettista dal 2006, avevo cercato di sopire questa passione studiando beni culturali, ma è stato inutile, il caso prima e la volontà poi mi hanno fatto cambiare strada, altrimenti ora mi trovereste in un museo a preparare i volantini per la prossima mostra sui Marruccini in Abruzzo. Ho studiato per dieci anni da autodidatta, dopo di ciò ho cominciato un corso di fumetto con Daniele Statella, fumettista per diverse case editrici tra cui la Star Comics, e parallelamente ho conosciuto Wish (al secolo Maria), che era appena tornata da Tokyo dove aveva frequentato diversi corsi per fumettisti, e mi ha fatto conoscere meglio questa tecnica, che mi aveva sempre interessata. Ora lavoro anche come insegnante di fumetto manga per Manga Campus, nel Nord Italia e in Toscana.

 

 

Regalaci qualche aneddoto sulla tua carriera.

Questa è stata la domanda che mi ha portato via più tempo!  Le soddisfazioni o i momenti esaltanti sono molti, purtroppo però la maggior parte delle volte si tratta di attimi importantissimi solo per noi, gli altri credo che ci ritengano dei pazzi. Uno di questi è avvenuto quando ero a studiare a Tokyo e una delle insegnanti indicò il mio lavoro pensando che fosse quello del professore giapponese, fu un momento di vero godimento. Un’altra volta invece incontrai una ragazza ad una fiera, che iniziò a parlarmi di una delle mie storie dicendo cosa le piaceva e la entusiasmava, e non sapeva di parlarne con l’autrice. Credo che quello sia sempre una delle soddisfazioni più grandi, perché vedere che qualcuno apprezza sinceramente il tuo lavoro non ha prezzo. Anche vedere la faccia del suddetto lettore dopo che gli dici chi sei non ne ha, questo se lo possono permettere solo fumettisti e scrittori secondo me!

 

A Quali progetti stai lavorando attualmente?

Sto lavorando come illustratrice su alcune storie per bambini, e fumettisticamente  mi sto occupando di due progetti, uno è "Signi Clavis", nato come webmanga (ha all'attivo già un volume completo), ma ora è in lavorazione per la versione cartacea, e ho avuto la bella idea di ricominciarlo da zero, dato che le prime tavole erano del 2007! L'altro progetto è ancora top secret, sto lavorando sempre per una pubblicazione su carta, ma stavolta per una casa editrice, non posso dire altro, ma ho già concluso il primo capitolo e ora sto lavorando sugli altri.

 

Quali progetti futuri vorresti realizzare?

Pubblicare su carta, non solo in Italia, e riuscire a mantenermi con il mio lavoro di fumettista e insegnante di disegno. Sarei felice di poter avere uno studio dove andare la mattina e trovarmi con i miei colleghi per lavorare insieme, anche su progetti diversi. Questi sono almeno quelli confessabili senza imbarazzo.

 

Una cosa che rifaresti e una che non rifaresti nella tua carriera.

Andrei di nuovo a Tokyo a studiare, perché mi ha fatto toccare con mano quello che fino a quel momento avevo visto solo da lontano, ma alla fine rifarei quasi tutto. L'unica cosa che probabilmente cambierei è la poca avvedutezza e la superficialità di valutazione che ho avuto in alcuni casi, ma gli errori servono, ci mettono alla prova e ci migliorano, quindi è andata bene così.

 

La tua serie preferita?

La serie che mi ha avvicinato al fumetto e al manga in particolare è stata Ranma Nibun no Ichi, della Takahashi, da 15 anni è ancora la mia serie preferita, quando vedo delle puntate o nuove illustrazioni torna a battermi il cuore come una tredicenne.

 

Il fumetto che avresti voluto disegnare tu.

Due, Dago e Vagabond. Diversissimi nella tecnica e nei personaggi, ma simili per l'atmosfera unica e avvolgente che traspare dalle loro pagine.

 

Com'è il tuo rapporto con il web?

Il web è per me fondamentale, senza probabilmente starei facendo un altro lavoro ora. E' qui che ho conosciuto i miei amici e colleghi, che ho cominciato ad imparare le tecniche e che ho iniziato a farmi conoscere.

 

Parlaci della tua giornata tipo.

Generalmente mi sveglio verso le 9, faccio colazione e poi sotto a lavoro sulle tavole, a casa, fino all'ora di pranzo. il pomeriggio lavoro fino alle 19, poi se non ho altri impegni anche la sera, fino alle undici, solitamente. Questa è la mia giornata ideale, poi tra l'insegnamento due volte a settimana, la ricerca di documentazione e gli imprevisti spesso si finisce per dedicare meno tempo alle tavole di quanto ne vorrei. Ho anche il difetto di avere a volte la testa tra le nuvole, quindi è meglio per me lavorare con la televisione spenta e il computer lontano!

 

Il palcoscenico è tutto tuo. Parole in libertà ai lettori di Fumetto d’Autore.

Vi ringrazio moltissimo di questa opportunità  e mi scuso se non ho potuto rispondere prima! Ai lettori giovani e meno giovani dico solo una cosa: ricordatevi di leggere di tutto e di non avere pregiudizi, in nessun caso, le cose belle si trovano ovunque!

Magazine

L'Intervista - Kirby Academy, a Cassino un punto di riferimento unico per chi vuole fare fumetti

17-01-2020 Hits:83 Autori e Anteprime Super User

A cura della redazione L'Associazione Culturale Cagliostro E-Press, ha 15 anni alle spalle di meritoria attività di scountng di nuovi talenti e diffusione del media fumetto sul territorio nazionale: la storia dell'Associazione, sempre presente alle principali fiere di settore, racconta di più di 150 volumi pubblicati in questi tre lustri e...

Leggi tutto

Saggio e analisi di "TESLA AND THE SECRET LODGE"

17-12-2019 Hits:1796 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

 La cover variant (a sinistra) e quella ufficiale (a destra)   Ucronia. Cosa significa questa parola? Con tale termine viene indicato un genere di narrativa fantastica basato sulla premessa che la storia del mondo abbia seguito un corso alternativo a quello reale. Deriva dal greco e significa letteralmente “nessun tempo”, analogamente a come...

Leggi tutto

Intervista con OSKAR su ZAGOR

17-12-2019 Hits:1938 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    Facciamo quattro chiacchiere in merito al volume “L'eroe di Darkwood”, il sesto e conclusivo della mini serie “Zagor – Le Origini” che ha visto Oskar, nome d'arte di Oscar Scalco, classe 1971, disegnatore con all'attivo numerosi traguardi prestigiosi, impegnato ai disegni sui testi di Moreno Burattini. Le sue due opere che vedrete di seguito sono presenti...

Leggi tutto

Moleskine 125 » Quella falsa differenza tra Fumetto e Graphic Novel

30-08-2019 Hits:1114 Moleskine Conte di Cagliostro

Sottotitolo: Artibani e Recchioni avanti, dietro tutti quanti (Plazzi compreso) per piacere di Topolino. di Conte di Cagliostro Houston il fumettomondo ha un problema. Ci sono dei pazzi che vanno in giro spacciandosi per Francesco Artibani, Andrea Plazzi e Roberto Recchioni? O Artibani, Plazzi e Recchioni sono pazzi? Ricapitoliamo. Qualche giorno fa, il...

Leggi tutto

RECENSIONE CARTONATO DEADWOOD DICK "TRA IL TEXAS E L'INFERNO"

29-07-2019 Hits:1680 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    "Avete mai fatto caso che nella vita ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto in…alberare?” Ecco, quel qualcuno è Deadwood Dick. Mutuandola ed adattandola per i nostri scopi, la celeberrima frase pronunciata da un granitico Clint Eastwood in “Gran Torino” serve perfettamente a delineare il carattere del personaggio...

Leggi tutto

Moleskine 124 » Quando scappa un fumettosauro dallo zoo del fumettomondo

15-06-2019 Hits:1333 Moleskine Conte di Cagliostro

di Conte di Cagliostro Interrompiamo il silenzio di questa disgraziata rubrica su questo disgraziatissimo sito, perchè pare che sia scappato il fumettosauro dallo zoo del fumettomondo. Per sgombrare subito il campo da qualsiasi possibile dubbio, durante la nostra assenza dal vergare queste righe siamo diventati grandissimi estimatori del famigerato Sauro Pennacchioli...

Leggi tutto

Il Duce, la storia di Mussolini che la Panini non vi farà mai leggere...

15-06-2019 Hits:1599 Off Topic Super User

...Fumetto d'Autore ve la presenta corredata da un imprescindibile apparato critico. Dopo avere scoperchiato il caso della storia dedicata a Mussolini misteriosamente omessa dalla Panini, in nome della stessa libertà con cui M.M. Lupoi si riempe i profili social tutti i giorni, potete scoprire da soli se era da censurare...

Leggi tutto