Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

L'Intervista » Lorenzo Ghignone

https://fbcdn-sphotos-c-a.akamaihd.net/hphotos-ak-snc6/5929_1194735549575_6731662_n.jpgPresentati ai lettori di Fumetto d’Autore.

Salve a tutti mi chiamo Lorenzo Ghignone e faccio il disegnatore

Quando e perchè è nata la tua carriera

Disegno da tutta la vita, ma ho cominciato a lavorare come illustratore dopo essermi diplomato in fumetto alla scuola internazionale di Comics di Firenze realizzando alcune copertine di libri per ragazzi, il lavoro tra l'altro è arrivato perché l'editor della casa editrice aveva visto i miei lavori su blog.

Regalaci qualche aneddoto sulla tua carriera. 

 Premesso che la mia non credo si possa ancora definire una carriera, lavoricchio...e solo da una manciata di anni. Detto questo, qualche anno fa dovevo realizzare delle illustrazioni per un depliant informativo su una malattia dell'occhio. Dopo una settimana che continuavano a rimandarmi indietro le bozze io preso dallo sconforto postai sul blog un disegnino molto stilizzato dove c'ero io sotto forma di globulo bianco che esclamavo di non capire una mazza di tutti questi discorsi sulla circolazione capillare eccetera (c'è ancora sul blog da qualche parte!)... naturalmente come lo videro in azienda me lo approvarono e vollero tutto il depliant impostato così!

A Quali progetti stai lavorando attualmente?

Ultimamente sto lavorando ad alcune storie a fumetti sempre di informazione medica, purtroppo non sono di narrativa pura ma nel mondo del fumetto è veramente difficile entrare e almeno per adesso è meno difficile trovare lavoro nella grafica o come illustratore.

Quali progetti futuri vorresti realizzare?

Mi piacerebbe poter raccontare qualche grande storia, che mi richieda mesi di studio e mi impegni qualche anno, non però una serie interminabile, una cosa magari in 3 o 4 tomi come si usa in Francia. Purtroppo, questo anche ai tempi della scuola, non ho tempo per dedicarmi alle storie, riesco a fare solo qualche storia breve che pubblico su Verticalismi...direi che ancora non ho modo di dedicarmi a una storia impegnativa.

https://fbcdn-sphotos-a-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash3/563141_10151555103157034_268047855_n.jpg  

Una cosa che rifaresti e una che non rifaresti nella tua carriera.

Una cosa che rifarei volentieri è un libro per bambini intitolato 'Re Arcobaleno', uno dei primi lavori che ho fatto, ha una storia molto bella ma quando lo illustrai la mia mano era ancora acerba, mi sarebbe piaciuto affrontarlo dopo qualche altro lavoro. Non ci sono cose che non rifarei...semmai vorrei farne molto di più!

La tua serie preferita,

Serie a fumetti? Personalmente non amo più molto le serie...perché col passare degli anni le storie perdono di intensità.
 

Il fumetto che avresti voluto disegnare tu.

Ne ho due in realtà: il primo è un capolavoro di Massimiliano Frezzato 'i custodi del Maser', di cui non c'è molto da dire se non che è eccezionale soprattutto nell'uso del colore e nella capacità che ha di rendere l'atmosfera, il secondo non me ne vogliate ma è un manga, si intitola Slam Dunk di Takehiko Inoue, è spettacolare la sua capacità di coinvolgere il lettore raccontando una partita di basket, e come la racconta! Poi ci sarebbero tutti i lavori di Myazaky che è uno dei miei maestri assoluti, ma i suoi lavori concernono più l'animazione che il fumetto.

Com'è il tuo rapporto con il web?

Il mio rapporto con il web è molto buono. Di fatto quasi tutti i lavori che mi sono arrivati sono passati anche da facebook o dal blog. Ormai una vetrina sulla rete è d'obbligo non solo nella mia professione, da qualche giorno mi sono deciso a fare anche un sito.

Parlaci della tua giornata tipo.

Beh la mia giornata tipo è estremamente noiosa! Non sono uno di quelli che di giorno non riesce a lavorare e passa le nottate a disegnare bevendo caffè, se sono nei tempi mi sveglio la mattina abbastanza presto mi metto al tavolo di buon ora, pausa caffè a metà mattinata, lavoro, quindi pranzo possibilmente con qualcuno e a tavola, niente panini mangiati in piedi, si chiacchiera un po' e poi di nuovo al tavolo tutto il pomeriggio. La sera dipende, a me per esempio piace molto guardare film ma va benissimo anche andare al cinema, fare una girata in macchina o stare con gli amici (naturalmente TUTTO l'elenco sopra citato va infarcito con le ore che dedico alla mia signora...sono doverose e del tutto casuali come collocazione!). Se siamo alla scadenza e ancora sono indietro purtroppo anche le ore notturne si trasformano in ore lavorative (e allora addio sonno e benvenuto caffè)!

Il palcoscenico è tutto tuo. Parole in libertà ai lettori di Fumetto d’Autore.

Ai lettori di Fumetto d'Autore e più largamente ai lettori di fumetti in genere voglio chiedere di far sentire la loro voce. Il web offre tanti spunti accessibili a chiunque e visto che il mondo del fumetto in questa Italia in crisi è ancora più in crisi c'è un sacco di disegnatori e scrittori molto bravi e volenterosi che però passano completamente inosservati perché siamo legati più a una certa idea del fumetto che non al desiderio di raccontare cose belle. Se trovate una storia che vi colpisce o leggete qualcosa di originale non tenetelo per voi dite la vostra, magari non è nulla ma forse può permettere che questa storia sia letta da tante altre persone che possono come voi trarne qualcosa. Per il resto buona lettura a tutti!

https://fbcdn-sphotos-b-a.akamaihd.net/hphotos-ak-ash4/395141_4728984623593_277496998_n.jpg

Magazine

Intervista a Gino Udina

23-06-2017 Hits:433 Autori e Anteprime Redazione

    Di Giorgio Borroni Dare un’occhiata agli scaffali dei fumetti in edicola negli anni ’90 era davvero un’esperienza. Usciva di tutto e di più: si andava dai cloni dei personaggi bonelliani più in voga, si passava ad antologici che contenevano delle vere perle o nefandezze grafiche e si finiva con albi dal...

Leggi tutto

DAIAPOLON: piccola storia di un grande robot rivoluzionario

07-06-2017 Hits:11587 Cuore e Acciaio Redazione

  di Tiziano Caliendo. Esistono opere che entrano di prepotenza nel palinsesto immaginario della cultura pop, ottenendo un successo fulmineo e dirompente. Alcune di esse perché ricoprono un indiscutibile ruolo pionieristico in un determinato mercato, come il caso di UFO Robot Grendizer in Italia, altre perché è destino che la riforma e...

Leggi tutto

Cagliostro E-Press distribuito in esclusiva da Manicomix

02-06-2017 Hits:694 Autori e Anteprime Redazione

Comunicato dell'Editore L’Associazione Culturale Cagliostro E-Press è felice di comunicare la firma dell’ accordo di distribuzione in esclusiva stipulato con Manicomix.     Questa partnership ha l'obiettivo di rafforzare la presenza dei fumetti made in Cagliostro nelle fumetterie italiane, dando ulteriore slancio a quella che è la "mission" ultima dell’Associazione, ovvero dare massima visibilità...

Leggi tutto

Novegro 2017 Spring Edition - Festival del Fumetto

27-05-2017 Hits:1076 Reportage Redazione

di Leandro Amodio. Nelle giornate del 20 e 21 maggio, il Parco Esposizioni di Novegro, frazione del comune di Segrate (MI), ha ospitato il Festival del Fumetto Spring Edition 2017. Dinanzi alla biglietteria, la fila era interminabile (per fortuna avevo l'accredito stampa), e l'interno era gremito di gente di tutte...

Leggi tutto

Intervista a Pietro Gandolfi, autore di The Noise

25-05-2017 Hits:1229 Autori e Anteprime Redazione

A cura di Giorgio Borroni Nel fumetto italiano da edicola l’horror manca da un bel po’. E io intendo l’horror vero, quello crudo e crudele che ti prende subito alla carotide senza neanche annunciarsi. Insomma, non mi riferisco all’horror patinato, lontano dall’underground che sfocia nel fantasy o se la cava con...

Leggi tutto

Intervista a Paolo di Orazio, il pioniere dell’horror estremo in Italia

12-05-2017 Hits:1423 Autori e Anteprime Redazione

di Giorgio Borroni Da ragazzi li nascondevamo sotto il letto dai rastrellamenti, guardavamo con un occhio le loro pagine e con l’altro la porta della camera: questo per percepire ogni minimo movimento ed evitare di essere colti in flagrante mentre li sfogliavamo. No, non erano i banali giornalini porno, erano opere che...

Leggi tutto