Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

Premi Micheluzzi: nelle Feltrinelli non sanno cosa siano

feltrinellidi Giorgio Messina

La partnership tra il Comicon e la Feltrinelli per i Premi Micheluzzi non sta funzionando per come era stata prospettata.  Ma facciamo un breve passo indietro per capire meglio che cosa sta succedendo nel presente.

Dal comunicato del Napoli Comicon che presentava i premi Micheluzzi 2011:

«Da quest’anno COMICON e il gruppo Feltrinelli hanno raggiunto un accordo di partnership nazionale: oltre ad una segnalazione in libreria dei libri nominati fin da subito, a chiusura del nostro Festival, ai libri vincitori dei nostri Premi sarà dedicato uno spazio particolare presso le Feltrinelli Express di Milano, Torino e Napoli e la Feltrinelli Libri e Musica di Largo Torre Argentina di Roma.

Per oltre un mese successivo a COMICON, dunque, i vincenti delle diverse categorie (naturalmente quelle relative a titoli in distribuzione presso Feltrinelli) godranno di un rilievo presso la maggiore catena leader in Italia nelle vendita di libri e home entertainment.» 

Questa notizia è stata accolta nella blogosfera come una svolta praticamente epocale dei premi a fumetti italiani. Per rendere l’idea, ad esempio, l’immancabile Roberto Recchioni, la rockstar del fumetto italiano, commentava così: «Finalmente un premio che premia. Ho vinto? Ho un vantaggio da questa vittoria e non solo qualche pacca sulla spalla e una targa.»

Claudio Curcio, organizzatore del Comicon, in un’intervista rilasciata allo stesso Recchioni dichiarava:

«L'accordo in realtà è stato chiuso con il Gruppo Feltrinelli, ma abbiamo deciso insieme di limitarlo al solo circuito delle Librerie Express, vuoi perché sono quelle che già garantiscono da sole un enorme passaggio di persone (basti pensare solo a quella su tre piani della stazione di Milano) e poi perché non è cosa semplice coordinare ed organizzare una cosa del genere ed abbiamo pensato di fare una prima prova con pochi punti vendita, nelle città maggiori.»

E ancora, a proposito di alcune polemiche nate tra gli autori, a proposito della partnership con Feltrinelli, sempre Curcio dichiara a Recchioni:

«Anche queste (le polemiche – ndr) mi sembrano da non commentare... tutti a lamentarsi che i premi non servono a niente, che non danno visibilità, che restano nel piccolo mondo del fumetto, noi ci sforziamo di pensare a qualcosa che aiuti a superare questi problemi, mettiamo su una promozione con un'azienda nazionale, che proprio per questo ha le sue regole, i suoi problemi (parla col marketing, parla col commerciale e fatti autorizzare da Milano, ma la competenza è di Napoli, e il layout chi lo fa...) e tutti, ancora prima che si faccia un PRIMO ESPERIMENTO, giù a lamentarsi che le librerie sono poche, che i fumetti da edicola non ci possono andare, che i web-fumetti non hanno visibilità?»

Il Napoli Comicon si è chiuso il primo maggio. 18 giorni dopo, come procede questo «PRIMO ESPERIMENTO» di connubio tra un premio del fumettomondo e il resto del mondo da cui si accede per la feltrinelliporta?

Ebbene succede che un paio di giorni di fa, un lettore mi segnala tramite face book che si è recato presso la libreria Feltrinelli sita a Roma in Largo Torre Argentina per visionare i volumi vincitori del Premio Micheluzzi e non solo non ha trovato nessuno spazio particolare dedicato all’iniziativa, così come indicato nel comunicato del Comicon, ma informandosi ha constatato che i commessi del reparto non sapevano nemmeno di che si stesse parlando.

Decido allora di controllare la fonte e di andare a fondo della faccenda. Telefono alla Feltrinelli di Largo Torre Argentina, e dei Premi Micheluzzi non mi sanno parlare, tantomeno di uno spazio particolare dedicato ai libri vincitori ma chiedendo più nel dettaglio mi fanno sapere che sono disponibili i volumi di Manuel Fior (vincitore del premio miglior fumetto con “5000 km al secondo” – Coconino Press) e di MP5 (vincitore premio miglior disegnatore per “Acqua Storta” – Meridiano Zero). Il lettore aveva ragione. Non ha trovato quello che gli è stato promesso. Questa è la situazione di Roma.

A questo punto mi viene il ghiribizzo di sfruculiare meglio. Che succede nel resto delle librerie Feltrinelli aderenti all’accordo con il Comicon?

Comincio da Milano. Alla Feltrinelli Express di Milano Centrale non sanno cosa siano i Premi Micheluzzi e mi riferiscono che non c’è un’area a loro dedicata ma i volumi di Fior e di MP5 sono anche qui disponibili. Quasi la stessa cosa succede per la Feltrinelli Express di Torino Porta Nuova: l’iniziativa legata ai Premi Micheluzzi e al Comicon non risultano ma qui addirittura il volume di Fior non è nemmeno disponibile e MP5 risulta non pervenuta. La musica cambia leggermente quando contatto la Feltrinelli Express di Napoli Centrale: il Comicon e i Premi Micheluzzi sanno cosa sono, i volumi di Fior e MP5 sono disponibili ma non c’è alcuna area dedicata ai volumi.

Il comunicato del Comicon che presentava la partenership con la Feltrinelli si concludeva così:

«COMICON dimostra così ancora una volta il proprio ruolo leader nella promozione del fumetto nazionale e internazionale in Italia, perseguendo uno dei compiti precipui di un festival e di un Premio, ovvero dare il giusto valore al meglio della produzione annuale.»

Trapattoni diceva: "non dire gatto se non ce l'hai ne sacco". Peccato che fuori da Napoli dei Premi Micheluzzi non sappiano di cosa si stia parlando. Per buona pace dei lettori che restano delusi. O come funziona? Una cosa è vera se si racconta in un comunicato stampa che accadrà (e tutti a battere le mani) e poi non importa se è successa veramente come era stata prospettata?

Vediamo, se e come, replicherà il Comicon a questa occasione mancata nel proprio ruolo di leader nella promozione del fumetto nazionale e internazionale in Italia.

Se qualcuno vuole aggiungere qualcosa alla partnership Comicon/Feltrinelli, mutilata come è mutilato il successo del 2011 del salone napoletano, noi siamo a disposizione.

Magazine

RECENSIONE CARTONATO DEADWOOD DICK "TRA IL TEXAS E L'INFERNO"

29-07-2019 Hits:533 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    "Avete mai fatto caso che nella vita ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto in…alberare?” Ecco, quel qualcuno è Deadwood Dick. Mutuandola ed adattandola per i nostri scopi, la celeberrima frase pronunciata da un granitico Clint Eastwood in “Gran Torino” serve perfettamente a delineare il carattere del personaggio...

Leggi tutto

Moleskine 124 » Quando scappa un fumettosauro dallo zoo del fumettomondo

15-06-2019 Hits:588 Moleskine Conte di Cagliostro

di Conte di Cagliostro Interrompiamo il silenzio di questa disgraziata rubrica su questo disgraziatissimo sito, perchè pare che sia scappato il fumettosauro dallo zoo del fumettomondo. Per sgombrare subito il campo da qualsiasi possibile dubbio, durante la nostra assenza dal vergare queste righe siamo diventati grandissimi estimatori del famigerato Sauro Pennacchioli...

Leggi tutto

Il Duce, la storia di Mussolini che la Panini non vi farà mai leggere...

15-06-2019 Hits:742 Off Topic Super User

...Fumetto d'Autore ve la presenta corredata da un imprescindibile apparato critico. Dopo avere scoperchiato il caso della storia dedicata a Mussolini misteriosamente omessa dalla Panini, in nome della stessa libertà con cui M.M. Lupoi si riempe i profili social tutti i giorni, potete scoprire da soli se era da censurare...

Leggi tutto

Rinaldo Traini, un ricordo tra luci e ombre

05-06-2019 Hits:838 Autori e Anteprime Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Di sicuro per Rinaldo Traini, scomparso ieri, non assisteremo ad una beatificazione post mortem come è stato per Sergio Bonelli. Troppo divisiva la sua figura, e troppo ‘profondo’ l’impatto che ha avuto nella storia del fumetto italiano, profondo non nel senso positivo del termine, ma nel senso di...

Leggi tutto

L’Europa: grande assente dal fumetto italiano mainstream

29-05-2019 Hits:407 Critica d'Autore Alessandro Bottero

di Alessandro Bottero Alcuni giorni fa si sono svolte le elezioni europee. Mi ricordo che anni e anni fa, le prime volte che si votava per il Parlamento Europeo ci si rideva su. Non si capiva a cosa servisse. Poi progressivamente ci si è resi conto (chi VUOLE rendersene conto, ovvio)...

Leggi tutto

Casa Cagliostro a Lucca 2018: Chi, Cosa, Dove, Quando, Perché

25-10-2018 Hits:3743 Critica d'Autore Redazione

Di Alessandro Bottero Anche per il 2018 Lucca vedrà nei giorni di Lucca Comics & Games l’evento Casa Cagliostro, cinque giorni Autonomi & #EscLUSive nel centro della città. Chi Casa Cagliostro non fa parte di Lucca Comics. È uno spazio autonomo, indipendente, autogestito (termine che fa molto anni ’70 e che...

Leggi tutto

L'Intervista - Alessia Mainardi e Casa Ailus, destinazione Lucca 2018

25-10-2018 Hits:3575 Autori e Anteprime Redazione

Lucca 2018 si avvicina, scopriamo tutte le novità del collettivo Casa Ailus insieme alla sua vulcanica "capitana", la scrittrice Alessia Mainardi. Fumetto d'Autore: Buongiorno Alessia. Vorresti presentarti ai lettori del nostro sito? Alessia Mainardi: Buongiorno a tutti i lettori di Fumetto d'Autore. Di me posso dirvi che mi chiamo Alessia Mainardi, di...

Leggi tutto