Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

SBE, cambio di supervisore per Dylan Dog e novità dylaniate: parla Paola Barbato - UPDATE

dylansfidaVari sommoventi tellurici in casa Bonelli nelle stanze dei bottoni dylaniati. Gente che viene sollevata, rockstar che vengono insediate. Giovanni Gualdoni lascia il posto di supervisore di Dylan Dog, al suo posto arriva Roberto Recchioni. Sembra che l'avvicendamento di supervisore sia voluto direttamente da Tiziano Sclavi in persona che ha convocato, si dice, in una segretissima riunione con la rockstar del fumetto italiano e Paola Barbato. In questo incontro il papà dell'indagatore dell'incubo ha dettato la linea del "Dylan Dog 2.0".

Tanti i cambiamenti in vista a Craven Road 7 per Dylan e i suoi comprimari, tanto è vero che si dovranno rivedere le 50 storie che, realizzate o in corso di realizzazione, erano in fase di programmazione.

Paola Barbato raggiunta da Fumetto d'Autore, ha dichiarato:

«In realtà non siamo solo io e Roberto a occuparci della produzione già pronta, è un lavoro di redazione in cui tutti danno il loro apporto a seconda dei ruoli. Tiziano Sclavi ha richiesto una serie di cambiamenti (per esempio il passaggio dal "voi" al "lei") che implicano una coerenza tra tutti gli albi già pronti ed è un grosso lavoro a cui anche noi stiamo collaborando. Ovviamente Roberto nel ruolo di editor si occuperà di moltissime altre cose.»

Paola Barbato, conclude poi così:

«La scelta di sollevare Gualdoni e quella di insediare Roberto sono entrambe di Tiziano Sclavi. Che la serie avesse dei problemi si sa e Tiziano ha deciso di intervenire operando dei cambiamenti.»

Tra i cambiamenti si vocifera:

- che Dylan non dirà più "Giuda ballerino", ma forse "Hells Bells" (in epoca di vaffa, l'old boy rimane sempre politicamente corretto non trovando di meglio che citare gli AC/DC, che si sa che la citazione è l'anima del fumetto popolare);

- che l'indagatore dell'incubo sarà più informatizzato e al passo con i tempi per quanto riguarda cellulari e computer (e magari darà anche il maggiolone in permuta per una Smart con il bluetooth e la porta USB, molto più agile nel traffico londinese e più cool per portarci le ragazze in giro. E poi vuoi mettere? E' sempre una macchina tedesca...);

- che l'Ispettore Bloch se ne va in pensione (ma così fallirà anche la farmacia che gli vende quintalate di antiemetico per ogni albo dove compare...);

- che Dylan cambierà la sua tariffa da 100 sterline al giorno a 100 sterline l'ora (finalmente la crisi colpisce anche i personaggi dei fumetti che sono costretti a rivedere le tariffe del 1000% all'improvviso, e un Dylan precario a progetto come indicava la campagna elettorale farlocca della lista Ingroia alle ultime elezioni, proprio non ce lo possiamo permettere).

UPDATE - Paola Barbato conferma tutte queste novità: «Vere, tutte scelte di Tiziano Scalvi».

Insomma Dylan Dog nella sua modernizzazione assomiglierà sempre di più ad una rockstar ad immagine e somiglianza pure del suo nuovo supervisore che però, come ci spiega la Barbato, è già attorniato da diversi "tutor" per gestire al meglio la transizione verso quello che lo stesso Sclavi chiama "Dylan Dog 2.0"? Staremo a vedere.

Premesso che ognuno con il suo Dylan Dog ci fa quello che vuole, sarà comunque interessante vedere Recchioni nei panni del supervisore per la Sergio Bonelli Editore. Soprattutto dopo quella brutta storia di qualche anno fa, quando da sceneggiatore per la Panini, Recchioni non si accorse minimamente che il disegnatore Giuseppe Ferrario con cui lavorava alla versione a fumetti de "Le Cronache del Mondo Emerso" di Licia Troisi, aveva plagiato malamente dei disegni di vari autori internazionali tra cui addirittura di Miyazaki.

Insomma nuova linfa professionale per l'old boy a Craven Road 7. I fan già acclamano il nuovo risorgimento dylaniato. Vedremo se le vendite di Dylan Dog ne gioveranno oppure no.

Nell'immagine: Dylan dopo avere letto il programma chel lo attende?

Magazine

INTERVISTA ESCLUSIVA CON MORENO BURATTINI su "Zagor - Darkwood Novels"

26-07-2020 Hits:1238 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

   Ritratto ad opera di Lorenzo Barruscotto, autografato dallo stesso Burattini.     Buongiorno e grazie per il suo tempo. Facciamo quattro chiacchiere sulla nuova miniserie di Zagor “Darkwood Novels”.   - Nel primo volume viene presentata ai lettori questa nuova iniziativa editoriale targata Spirito con la Scure anche con dotte citazioni e riferimenti ai Dime Novels...

Leggi tutto

L'Intervista - Kirby Academy, a Cassino un punto di riferimento unico per chi vuole fare fumetti

17-01-2020 Hits:774 Autori e Anteprime Super User

A cura della redazione L'Associazione Culturale Cagliostro E-Press, ha 15 anni alle spalle di meritoria attività di scountng di nuovi talenti e diffusione del media fumetto sul territorio nazionale: la storia dell'Associazione, sempre presente alle principali fiere di settore, racconta di più di 150 volumi pubblicati in questi tre lustri e...

Leggi tutto

Saggio e analisi di "TESLA AND THE SECRET LODGE"

17-12-2019 Hits:2682 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

 La cover variant (a sinistra) e quella ufficiale (a destra)   Ucronia. Cosa significa questa parola? Con tale termine viene indicato un genere di narrativa fantastica basato sulla premessa che la storia del mondo abbia seguito un corso alternativo a quello reale. Deriva dal greco e significa letteralmente “nessun tempo”, analogamente a come...

Leggi tutto

Intervista con OSKAR su ZAGOR

17-12-2019 Hits:2757 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    Facciamo quattro chiacchiere in merito al volume “L'eroe di Darkwood”, il sesto e conclusivo della mini serie “Zagor – Le Origini” che ha visto Oskar, nome d'arte di Oscar Scalco, classe 1971, disegnatore con all'attivo numerosi traguardi prestigiosi, impegnato ai disegni sui testi di Moreno Burattini. Le sue due opere che vedrete di seguito sono presenti...

Leggi tutto

Moleskine 125 » Quella falsa differenza tra Fumetto e Graphic Novel

30-08-2019 Hits:2533 Moleskine Conte di Cagliostro

Sottotitolo: Artibani e Recchioni avanti, dietro tutti quanti (Plazzi compreso) per piacere di Topolino. di Conte di Cagliostro Houston il fumettomondo ha un problema. Ci sono dei pazzi che vanno in giro spacciandosi per Francesco Artibani, Andrea Plazzi e Roberto Recchioni? O Artibani, Plazzi e Recchioni sono pazzi? Ricapitoliamo. Qualche giorno fa, il...

Leggi tutto

RECENSIONE CARTONATO DEADWOOD DICK "TRA IL TEXAS E L'INFERNO"

29-07-2019 Hits:2781 Critica d'Autore Lorenzo Barruscotto

    "Avete mai fatto caso che nella vita ogni tanto si incontra qualcuno che non va fatto in…alberare?” Ecco, quel qualcuno è Deadwood Dick. Mutuandola ed adattandola per i nostri scopi, la celeberrima frase pronunciata da un granitico Clint Eastwood in “Gran Torino” serve perfettamente a delineare il carattere del personaggio...

Leggi tutto

Moleskine 124 » Quando scappa un fumettosauro dallo zoo del fumettomondo

15-06-2019 Hits:2008 Moleskine Conte di Cagliostro

di Conte di Cagliostro Interrompiamo il silenzio di questa disgraziata rubrica su questo disgraziatissimo sito, perchè pare che sia scappato il fumettosauro dallo zoo del fumettomondo. Per sgombrare subito il campo da qualsiasi possibile dubbio, durante la nostra assenza dal vergare queste righe siamo diventati grandissimi estimatori del famigerato Sauro Pennacchioli...

Leggi tutto