Fumetto d'Autore ISSN: 2037-6650
Dal 2008 il Magazine della Nona Arte e dintorni - Vers. 3.0 - Direttore: Alessandro Bottero
A+ A A-

L'intervista » Sergio Giardo

sergio giardoPresentati ai lettori di Fumetto d’Autore.

Ciao, sono Sergio Giardo, classe 1964, disegno per la Sergio Bonelli Editore, faccio parte dello staff di Martin Mystère e Nathan Never. Per il primo mi occupo da anni di illustrare lo speciale annuale "Storie da Altrove". Per il secondo, oltre a disegnare gli episodi degli albi che mi vengono affidati, illustro le copertine della serie regolare, completate dai colori di Gianmauro Cozzi.

Quando e perchè è nata la tua carriera.

Ho iniziato nel 1994, a trent'anni suonati. Ero impiegato come art director in un'agenzia di pubblicità di Torino, ma quando ho avuto l'opportunità di lavorare per la Bonelli, ho lasciato il vecchio impiego e mi sono tuffato nell'avventura. Il perchè è scontato: la passione che nutro per il fumetto fin da bambino.

Regalaci qualche aneddoto sulla tua carriere.

Posso dire che il mio approccio col mondo del fumetto e con la Bonelli in particolare è nato grazie ad un malanno che mi ha costretto a casa per un po’ di tempo. Durante la convalescenza elaborai delle pagine di prova che poi diedero il via al tutto. Si può proprio dire che non tutti i mali vengono per nuocere!

A Quali progetti stai lavorando attualmente?

In questo momento sto tirando il fiato dopo mesi di lavoro ininterrotto. Sto preparando una copertina per Nathan Never, poi credo che ci sia in ballo una nuova storia dell’agente Alfa. Altro non so, per ora.

Quali progetti futuri vorresti realizzare?

Il progetto a cui tengo di più non riguarda i fumetti, ma la pubblicazione di Roy Rocket, un romanzo di avventura su un personaggio che ho creato più di vent’anni fa, nato in origine come fumetto. Poi la storia col tempo è diventata talmente complessa che non avrei mai avuto il tempo e le energie per illustrarla e così è nato il romanzo, che dovrebbe essere solo il primo di una serie.

Una cosa che rifaresti e una che non rifaresti nella tua carriera.

Da bravo disegnatore, rifarei tutte le storie che ho illustrato per cercare di disegnarle meglio!

La tua serie preferita

Non c’è dubbio, Nathan Never è il personaggio che ho seguito fin dal primo numero e al quale sono più affezionato. Attualmente, soprattutto per la qualità dei disegni, non riesco a staccarmi da Tex. Per il resto, leggo un po’di tutto ma con una certa discontinuità.

Il fumetto che avresti voluto disegnare tu.

Uno qualsiasi di Jack Kirby, nei panni di Jack Kirby, però!

Com'è il tuo rapporto con il web?

Sono attento a quello che circola in rete, mi piace tenermi aggiornato un po’ su tutto. Per le cose personali sono un po’ svogliato. Credo di essere stato tra i primi disegnatori ad avere un sito personale, ormai sono passati più di dieci anni, adesso ho anche l’immancabile blog, ma seguire le vare attività e gli aggiornamenti richiede parecchio tempo che non sempre ho a disposizione.

Parlaci della tua giornata tipo.

Sveglia intorno alle sette, colazione, un po’ di ginnastica e lavoro fino a pranzo. Piccola pennichella e lavoro fino a cena. Non di rado lavoro anche dopo cena, se le scadenze di lavoro lo richiedono. Altro che avventura! Noiosa la vita del disegnatore!

Il palcoscenico è tutto tuo. Parole in libertà ai lettori di Fumetto d’Autore.

Complimenti! Se siete arrivati a leggere fino a qui vuol dire che avete una grande passione per il fumetto; adesso scendo dal palcoscenico e andiamo insieme a fare quattro chiacchiere sui nostri personaggi preferiti!

Magazine

Casa Cagliostro a Lucca 2018: Chi, Cosa, Dove, Quando, Perché

25-10-2018 Hits:3511 Critica d'Autore Redazione

Di Alessandro Bottero Anche per il 2018 Lucca vedrà nei giorni di Lucca Comics & Games l’evento Casa Cagliostro, cinque giorni Autonomi & #EscLUSive nel centro della città. Chi Casa Cagliostro non fa parte di Lucca Comics. È uno spazio autonomo, indipendente, autogestito (termine che fa molto anni ’70 e che...

Leggi tutto

L'Intervista - Alessia Mainardi e Casa Ailus, destinazione Lucca 2018

25-10-2018 Hits:3350 Autori e Anteprime Redazione

Lucca 2018 si avvicina, scopriamo tutte le novità del collettivo Casa Ailus insieme alla sua vulcanica "capitana", la scrittrice Alessia Mainardi. Fumetto d'Autore: Buongiorno Alessia. Vorresti presentarti ai lettori del nostro sito? Alessia Mainardi: Buongiorno a tutti i lettori di Fumetto d'Autore. Di me posso dirvi che mi chiamo Alessia Mainardi, di...

Leggi tutto

L'Intervista - Paul Izzo, sceneggiatore per tutti i gusti

15-12-2017 Hits:12939 Autori e Anteprime Giorgio Borroni

Oggi, qui in esclusiva su Fumetto d’Autore ho il piacere di intervistare un fumettista a 360 gradi, che può vantare esperienze che vanno dalla pubblicazione indipendente su web fino a collaborazioni con una testata del calibro di Diabolik. Ladies and Gentlemen, ecco a voi… Paul izzo! FdA: Benvenuto su FdA, Paul, tolgo...

Leggi tutto

BERSERK: LUCI E OMBRE

27-11-2017 Hits:14897 Critica d'Autore Redazione

  Di Giorgio Borroni Un paio di anni fa, quando ancora frequentavo i gruppi facebookiani relativi ai fumetti, mi capitò di esprimere un paio di mie idee sulla deriva presa da Berserk, il celebre manga di Kentaro Miura. La fauna che più spesso è attiva sui social, si sa, per una bella...

Leggi tutto

Justice League - Una critica d'autore - Parte 2

21-11-2017 Hits:14960 Critica d'Autore Redazione

  Justice League of Marvel   Di Alessio Sgarlato Dopo questa lunga ma necessaria premessa, veniamo all’oggetto del contendere, ovvero Justice League, il più bel sequel di Avengers uscito finora. I film Marvel e quelli della DC con questa pellicola si trovano a dover rendere conto allo spettatore di ingombranti somiglianze estetiche. Tanto negli...

Leggi tutto

Justice League - Una critica d'autore - Parte 1

20-11-2017 Hits:14538 Critica d'Autore Redazione

  Marvel VS DC – La battaglia del secolo   Di Alessio Sgarlato   Nel 2016 esce Batman V Superman – Dawn of Justice e diventa immediatamente un film controverso, nel quale il pubblico non riesce a ritrovare lo spirito originale dei personaggi e delle storie che lo hanno ispirato. Eppure, per me si rivela...

Leggi tutto

La distopia ucronica di “Space Anabasis"

13-11-2017 Hits:14728 Critica d'Autore Redazione

    Per aspera ad astra, deinde a caelo usque ad centrum!  La distopia ucronica di “Space Anabasis”: tra i giochi di potere, nella fantascienza del passato   Roma, anno 2770 ab urbe condita: un 2017 d.C. alternativo in cui, come recita la didascalia già dalla prima striscia: « L’impero ha tenuto il sistema...

Leggi tutto